Incendio Sev: Arpav segnala microinquinanti nell’aria

Diossine e altri microinquinanti nell’aria. Sono i referti inviati dall’Arpav all’Ulss 9 scaligera riguardanti i campioni raccolti nel pomeriggio di domenica scorsa nelle aree circostanti la Sev di Povegliano dove nella mattina del 15 aprile è scoppiato un grosso incendio. Le aree controllate sono state, in particolare, via Azzano a Povegliano, via Garibaldi a Castel d’Azzano e via Villafranca a Isolalta di Vigasio. Stamattina è iniziata la demolizione della struttura.

Sono stati inviati all’Ulss 9 scaligera i referti che l’Arpav ha effettuato nel pomeriggio di domenica 15 aprile, poche ore dopo lo scoppio dell’incendio all’azienda di smaltimento rifiuti Sev di Povegliano.

Stando ai campioni prelevati in via Azzano a Povegliano, in via Garibaldi a Castel d’Azzano e in via Villafranca a Isolalta di Vigasio, sono preoccupanti i livelli di diossine e altri microinquinanti presenti nell’aria.

Ora è previsto un incontro tra i sindaci per una valutazione dei rischi, mentre continuano le indagini sulle cause che hanno portato all’incendio. Proprio ieri il senatore Vincenzo D’Arienzo ha presentato al Ministro dell’Interno un’interrogazione per fare chiarezza sulla possibilità del dolo e della presenza di criminalità organizzata presente nel settore della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti.

Nel frattempo è iniziata la demolizione della struttura per consentire il prelievo di nuovi campioni e lo spegnimento degli ultimi focolai.