Imposta di soggiorno: via libera al nuovo regolamento. Confermato il tetto di quattro giorni

Dal 1° luglio si riduce il numero massimo di pernottamenti soggetti al pagamento della tassa di soggiorno, che passano dagli attuali cinque a quattro giorni.

cosa fare a pasqua a Verona città paesaggio panorama

Sul regolamento dell’imposta di soggiorno, con 22 voti favorevoli e 2 astenuti, è arrivato ieri sera dal Consiglio comunale l’ultimo via libera. Dal 1° luglio si riduce il numero massimo di pernottamenti soggetti al pagamento della tassa di soggiorno, che passano dagli attuali cinque a quattro giorni. La soglia massima dei quattro giorni sarà applicata anche ai soggiorni con durata massima di 30 giorni senza interruzioni, che siano a cavallo di due mesi contigui e quando il soggiorno sarà effettuato in due o più strutture.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Tourist-Tax, Sistema informatico comunale per la gestione dell’imposta di soggiorno

Fra le novità inserite con le modifiche al Regolamento anche l’introduzione del Sistema informatico comunale per la gestione dell’imposta di soggiorno (Tourist-Tax) a cui devono essere registrate le struttura di pernottamento. Dopo la validazione dei dati da parte dell’Ufficio Imposta di Soggiorno, i gestori accederanno, per gli adempimenti previsti con il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) nonché con la C.I.E. qualora attivata.

La registrazione del gestore e dei dati della nuova struttura nel portale informatico comunale Tourist-Tax, dovrà essere effettuata entro 30 giorni dall’inizio dell’attività stessa e comunque entro la data di scadenza per la comunicazione e il riversamento trimestrale successivi all’inizio attività.

LEGGI ANCHE: Verona, entrano in servizio 17 nuovi medici di base (su 213 zone carenti)