Imane Fadil: pm sentono il direttore dell’Humanitas

Sul corpo della 34enne, morta l’1 marzo proprio all’Humanitas, sarebbe stata trovata la presenza di radioattività.

I pm milanesi che indagano sulla misteriosa morte di Imane Fadil, la testimone chiave delle inchieste sul caso Ruby, stanno ascoltando in Procura il direttore sanitario dell’Humanitas, dove la 34enne è morta lo scorso 1 marzo.

In programma in questi giorni, infatti, ci sono molte audizioni di testimoni. Gli esiti parziali di un test eseguito in un centro specializzato avrebbero confermato, come è già emerso, presenza di radioattività sul corpo della 34enne. (Ansa)