Il sindaco di Vigasio: «600mila euro accantonati in vista di un autunno caldo»

«A Vigasio abbiamo accantonato più di 600mila euro di avanzo in previsione di quello che potrebbe essere un autunno “caldo”» dice il sindaco Eddi Tosi.

«All’inizio c’è stato un momento di sconcerto, nessuno sapeva quale fosse il vero pericolo di questo virus. Pian piano è maturata la consapevolezza, e anche le iniziative dell’amministrazione sono state in divenire» ricorda il sindaco di Vigasio Eddi Tosi.

«La prima iniziativa, come per le altre amministrazioni, è stata la distribuzione dei buoni spesa, trasferiti in maniera celere dal Governo. Poi abbiamo messo in campo misure per la fase di ripartenza. A Vigasio abbiamo accantonato più di 600mila euro di avanzo in previsione di quello che potrebbe essere un autunno “caldo”».

«Abbiamo differito il termine per il pagamento dell’Imu e azzerato la Cosap, per dare una spinta iniziale alle attività che dovevano ripartire».

Il Comune di Vigasio

«Vigasio è a sud della provincia di Verona, costituito da 10mila e 300 abitanti. Abbiamo due frazioni, Isolalta e Forette» spiega il sindaco Eddi Tosi. «Le attività principali sono artigianato, impresa e agricoltura. In centro storico ci sono attività commerciali destinate principalmente alla cittadinanza locale».