Il sindaco di Bonavigo: «Tra sindaci ci sentiamo ogni sera»

Ermanno Gobbi sottolinea la collaborazione tra primi cittadini, al di là delle rispettive appartenenze politiche, per affrontare uniti l'emergenza.

Stiamo gestendo la situazione in collaborazione con tutti quanti gli altri colleghi, tutte le sere o quasi ci sentiamo fra sindaci per confrontarci sulle best practice da attivare.

Dopo un iniziale disorientamento da parte dei cittadini, dico che si stanno comportando abbastanza rigorosamente, rispettano quelle che sono indicazioni che vengono date, la perfezione non c’è perché non c’è in nessuna cosa. Qualcuno che ogni tanto disattende le indicazioni c’è, però nella globalità direi che stiamo andando abbastanza bene.

Come amministrazione ci siamo adoperati per organizzare con l’aiuto di gruppo di volontari organizzati dagli alpini soprattutto, stiamo consegnando a domicilio le spese e di alimentari e anche farmaceutiche, questo è un servizio che viene utilizzato costantemente dei nostri cittadini e permette anche alla gente di non essere in giro per le strade.

Come amministrazione abbiamo anche acquistato delle mascherine fatte da un imprenditore per poterci permettere di darne una riutilizzabile a tutta la popolazione, una per ogni cittadino, pensavamo fosse una cosa fondamentale in questo momento dove l’autotutela fosse importante. Questo però non deve portare i nostri cittadini a pensare che il problema sia risolto con una mascherina, la mascherina è una difesa, ma tutte quelle che sono le precauzioni da adottare, la distanza, l’uscire il meno possibile, soprattutto il rimanere appunto in casa, deve rimanere fisso nella mente di tutti.

Questo comportamento di oggi comporterà anche un mutamento negli anni futuri però è indispensabile arrivare a questo, mantenere le distanze e rispettare quello che magari qualche volta in modo che può sembrare eccessivo viene dato delle autorità. E ringrazio i cittadini perché comunque rispettano l’indicazione nella massima parte.