Il sindaco Benedetti: «Pronti con la ciclopista, ora aspettiamo i turisti»

Il sindaco di Brenzone sul Garda, Davide Benedetti, ci ha parlato dei progetti in cantiere per l'estate sottolineando l'importanza della nuova ciclovia sul lungolago.

«Come per tutti è stata una situazione problematica che abbiamo fronteggiato con spirito di sopravvivenza. Fortunatamente i casi da noi sono stati relativamente modesti, non siamo mai andati oltre i sei contagi ed erano per lo più residenti a Brenzone, ma domiciliati in altri comuni della provincia. Abbiamo messo in campo il nostro spirito insieme alle forze dell’ordine, gli agenti della polizia locale, medici, infermieri e a tutti i volontari della protezione civile a cui va il mio ringraziamento perchè gestire una crisi di questo genere è stato difficile. Mantenere la calma è stata la cosa più importante». Così il sindaco di Brenzone sul Garda, Davide Benedetti, sull’emergenza sanitaria da coronavirus.

E sulla ripartenza e i progetti per il futuro, un capitolo importante lo occupa la nuova ciclovia del Garda: «Il 90% della nostra economia è turistica. Noi abbiamo un’economia che in questo momento se la sta passando male. Abbiamo messo in essere una serie di iniziative che andremo a deliberare nelle prossime settimane per le attività commerciali e ricettive che hanno bisogno di aiuto da parte dell’ente pubblico, in modo che questa Fase 3 possa dare un ritorno alla normalità. Nell’ultimo weekend abbiamo finalmente iniziato a vedere i ristoranti pieni con turisti che arrivano a Brenzone, in particolare le prime targhe tedesche. Noi durante la chiusura non abbiamo fermato alcuni cantieri di opere pubbliche per arrivare alla stagione turistica con la ciclovia del Garda: sono 9 km in prossimità della spiaggia e del lungolago che permetteranno di fruire il nostro territorio in maniera piena».