Il Progetto Fondo Val Borago diventa un corso per insegnanti

Parte il 26 gennaio il corso gratuito di formazione per insegnanti di scuola secondaria “Guardiani del territorio – Insieme ci prendiamo cura della Val Borago”.

Val Borago iter
La Val Borago

L’Alto Borago incontra gli insegnanti. Per poi arrivare agli studenti attraverso esperienze sul campo. Parte il 26 gennaio il corso gratuito di formazione per insegnanti di scuola secondaria “Guardiani del territorio – Insieme ci prendiamo cura della Val Borago”, organizzato da Fondazione A.R.C.A. Animal Research Conservation in Action, in collaborazione con il Settore Educativo del Parco Natura Viva.

Sono tre gli incontri in calendario: 26 gennaio, 9 e 23 febbraio dalle 14.30 alle 16.30, con l’obiettivo di far conoscere il progetto Fondo Alto Borago e il suo territorio tutelato, oltre a promuoverne le bellezze attraverso attività esperienziali con gli studenti.

Il corso, patrocinato dal Comune di Verona, rientra tra i progetti del Bando Habitat sostenuto da Fondazione Cariverona. Le lezioni si terranno nelle aule del liceo Scientifico Galileo Galilei di Verona. Per iscriversi sarà necessario inviare un modulo di iscrizione (vedi allegato). I posti sono limitati e, alla fine del corso, verrà proposta una visita facoltativa ai luoghi del progetto. Per ulteriori informazioni è possibile scrivere una email a volontari@fondazionearca.eu.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il programma

Giovedì 26 gennaio

Primo appuntamento giovedì 26 gennaio dal titolo “Conoscere il territorio”. L’origine del Progetto FAB, le attività previste di monitoraggio ambientale e di coinvolgimento della popolazione. La direttiva Habitat e la rete Natura 2000. Il sito ZCS Val Galina – Progno Borago: caratteristiche ecologiche e descrizione dei principali ambienti ed emergenze storico-etnografiche del territorio del progetto FAB. Interventi di: Mario Spezia (presidente Il Carpino APS), Leonardo Latella e Sebastiano Andreatta (Museo di Storia Naturale di Verona).

Giovedì 9 febbraio

Giovedì 9 febbraio secondo incontro “Difendere il territorio”. La tutela dell’ambiente passa attraverso l’impegno di ognuno di noi: la storia della conservazione della Natura annovera grandi iniziative di tutela, ma anche l’impegno delle popolazioni indigene per affermare la possibilità di decidere del destino dei propri territori. Sarà portato l’esempio del popolo Cofan – Ukumari Kankhe della Colombia e la sua lotta per le foreste dell’Amazzonia. Interventi di: Isolde Quadranti (Radici dei diritti), Eleonora Migno e Giorgio Menchini (COSPE) Aurora Allegrezza e Flavio Coato (APS Il Carpino).

Giovedì 23 febbraio

Terzo e ultimo incontro giovedì 23 febbraio “Sperimentare il territorio”. I diversi approcci educativi per proporre attività agli studenti: il coinvolgimento passa attraverso il saper far emergere le emozioni che la Natura suscita, per arrivare alla conoscenza e all’azione in favore dell’ambiente. Verranno proposti alcuni spunti per attività da proporre agli studenti, che possano stimolare non solo l’apprendimento, ma anche la sperimentazione dei sensi, l’aumento di consapevolezza delle proprie possibilità e responsabilità nei confronti dell’ambiente. Interventi di: Michela Schenetti (Università di Bologna), Alessandro Campanaro (CREA), Katia Dell’Aira, Marta Tezza (Parco Natura Viva, Fondazione ARCA), Tommaso Sandri (Fondazione ARCA).

FAB Fondo Alto Borago

È un progetto di azione collettiva promosso da “Il Carpino”, associazione di promozione sociale (APS) di Verona, lanciato a inizio estate 2020 con l’obiettivo di acquisire, attraverso donazioni e crowdfunding, un’area di 38 ettari di terreno situata a cavallo tra i comuni di Negrar di Valpolicella e di Verona, all’interno della Zona Speciale di Conservazione “Val Galina e Progno Borago” (ZSC IT 3210012), a due passi dalla città di Verona.