Il futuro del centro polifunzionale di Caprino in un incontro con l’Ulss9

Il Sindaco di Caprino Veronese Paola Arduini ha organizzato un incontro la scorsa settimana con il direttore generale dell’Ulss9 Pietro Girardi, i sindaci del territorio e i due consiglieri regionali Bigon e Rigo. Obiettivo, discutere dei 7 milioni del PNRR che andranno per la ristrutturazione dell’ex ospedale montebaldino. Sul tavolo il futuro del reparto di dialisi.

Quando partiranno i lavori previsti, quanto dureranno, quando sarà ripristinata completamente l’operatività del centro e in particolare del reparto dedicato alla dialisi. È stato questo al centro dell’incontro chiesto dal Sindaco di Caprino Veronese Paola Arduini al direttore generale dell’Ulss9 Pietro Girardi

Incontro cui sono stati invitati anche i colleghi di Cavaion Veronese, Affi, Rivoli Veronese, San Zeno di Montagna, Ferrara di Monte Baldo, Dolcè, Bardolino e Costermano. Insieme a loro, sempre su richiesta della prima cittadina,  i consiglieri regionali parte della Quinta Commissione SanitàAnna Maria Bigon e Filippo Rigo.

Sul tavolo quello che succederà nelle stanze dell’ex ospedale montebaldino destinatario, per il tramite dell’Ulss9, di quasi sette milioni di fondi del PNNR. Lì, dove ora c’è un centro prelievi, un ambulatorio di radiologia, una comunità psichiatrica, una piccola chirurgia ambulatoriale e il reparto di dialisi, dovrebbero sorgere una Casa di Comunità e altri dodici posti di Ospedale di Comunità.

«Abbiamo voluto questo incontro -spiega il Sindaco di Caprino Paola Arduini– perché il Centro Polifunzionale è un punto di riferimento molto importante per il nostro territorio e sapendo di questi fondi PNRR destinati al suo sviluppo volevamo essere messi al corrente dei programmi e delle tempistiche per poterne informare i nostri cittadini». 

Il nodo è principalmente uno e riguarda la dialisi. Un servizio che dispone di nove posti più uno turistico. Servizio che durante i lavori, o almeno durante parte degli stessi, dovrà essere spostato o sospeso. 

«Siamo coscienti del fatto che i lavori comporteranno qualche inevitabile disagio -prosegue Arduini- e siamo del resto ben contenti che vengano realizzati. Vogliamo però avere delle rassicurazioni circa il futuro di un servizio che è per noi molto importante».

Quello che vogliono sapere, Arduini e gli altri Sindaci, è quali saranno le tempistiche, quando il servizio di dialisi verrà sospeso, dove verrà trasferito, quando ritornerà operativo. Un incontro, quello avvenuto nei giorni scorsi, che ha lasciato la prima cittadina soddisfatta.

«L’incontro è andato bene -conferma Arduini- siamo stati rassicurati. Volevo ringraziare l’Ulss9 e il direttore Pietro Girardi per la disponibilità al confronto. Per il loro tramite noi terremo costantemente aggiornati i cittadini sull’iter dei lavori». 

Quando i lavori partiranno, verosimilmente tra febbraio e marzo del 2024, a Caprino Veronese verrà indetta un’assemblea pubblica per riferire tutti i dettagli dell’intervento.