I numeri di gioco d’azzardo e usura a Verona

Che sia di “prestiti di giornata” o “da casinò”, il fenomeno dell’usura è ancora diffuso sul territorio veronese. Lo scorso anno un centinaio di cittadini si sono rivolti all’ufficio Antiusura del Comune nel 2018 per chiedere aiuto, ma quasi nessuno denuncia

304 milioni di euro. E’ impressionante la cifra che viene spesa dai cittadini per giocare alle macchinette nei bar e nei locali di Verona e provincia. Una cifra che equivale ad una finanziaria di spesa corrente del Comune di Verona, spiega l’assessore alle Attività Economiche del comune scaligero Francesca Toffali. E in questo ammontare non si considerano neanche le spese derivanti delle scommesse online, delle quali non si ha contezza. In questa zona trova l’humus perfetto l’attività usuraia, che nel 2018 ha portato un centinaio di cittadini a rivolgersi all’ufficio Antiusura del Comune.

Eppure sono pochi quelli che denunciano, solo 7 lo scorso anno.

A portare alla dipendenza è l’illusione di risolvere anche piccoli problemi economici. Due le modalità attraverso le quali vengono agganciate le vittime: l’usura di “giornata”, prestiti di piccole cifre, inferiori al centinaio di euro, che il giorno seguente devono essere restituite, praticamente raddoppiate. Oppure l’usura da “casinò”, con l’apertura di debiti che crescono di settimana in settimana, con un conto finale che non lascia scampo.

Nel corso del 2018 sono stati 37 gli imprenditori in difficoltà economica che si sono rivolti al servizio del Comune; 28 le persone sovra indebitate. Numerosi i soggetti con problemi di dipendenza da gioco o difficoltà di accesso al credito. Oltre 500 i contatti al sito internet dell’ufficio Antiusura. Circa 350 le persone che hanno partecipato ai convegni informativi organizzati durante l’anno e 190 gli studenti incontrati nelle scuole. In distribuzione due opuscoli uno sulla pericolosità del gioco d’azzardo, l’altro un vademecum su come difendersi dall’usura.

L’ufficio Antiusura fornisce al cittadino un punto di ascolto e di informazione gratuito; sostiene le persone vittime di usura e le accompagna, se d’accordo, nel percorso di denuncia del reato. L’ufficio collabora con le Forze di Polizia e l’Autorità giudiziaria.

Per tutte le informazioni è possibile contattare il numero 045 8077088 o scrivere all’indirizzo e-mail ufficioantiusura@comune.verona.it.