Governo Draghi? I commenti della politica veronese

L'ex presidente della Bce Mario Draghi ha accettato con riserva l’incarico di formare un nuovo Governo. Le prime reazioni dei politici veronesi. Alle 17 in diretta su Radio Adige Tv 640.

Mario Draghi al Quirinale
Dichiarazione del Prof Mario Draghi al termine del colloqui con il Presidente Sergio Mattarella,al Quirinale (foto di Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica). 3 febbraio 2021

L’ex presidente della Bce Mario Draghi ha accettato con riserva l’incarico di formare un nuovo Governo. Oggi alle 12 si è tenuto l’incontro con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Speciale Verona Live: clicca sull’immagine

Hanno commentato quanto accaduto oggi e i possibili scenari i parlamentari veronesi Cristiano Zuliani, Ciro Maschio e Diego Zardini. Lo speciale Verona Live è andato in diretta sulle pagine Facebook Daily e Radio Adige, oltre a Radio Adige TV 640 del DTT dalle 17 alle 17.45. Cliccando sull’immagine qui sotto si può rivedere la puntata.

Flavio Tosi

Secondo l’ex sindaco di Verona Flavio Tosi quella di Draghi è una «figura autorevole» e auspica che «il centrodestra lo sostenga. Berlusconi ha visione, mi auguro ci sia anche Salvini».

Flavio-Tosi
Flavio Tosi

«Auspico che il centrodestra più concreto e pragmatico voglia entrare nella partita e appoggi Mario Draghi, una figura di alto profilo istituzionale che merita un sostegno ampio. Per un Governo autorevole che possa far rinascere l’Italia, attraverso crescita, sviluppo e investimenti» dice il consigliere comunale di Verona.

«Draghi – sottolinea Tosi – ha già dimostrato come Presidente della Bce di avere a cuore l’Italia e il suo tessuto produttivo, quindi imprese, attività economiche e i loro lavoratori. Pensiamo all’iniezione di liquidità del Quantitative Easing che ha rimesso in moto i Paesi dell’Europa mediterranea, tra cui il nostro, in quel frangente in ginocchio».

«Con Draghi il segnale è chiaro: basta assistenzialismo e bonus a pioggia, basta sprechi di denaro pubblico. Ci sono 209 miliardi di fondi europei da gestire, Draghi saprà mettere benzina nel serbatoio dell’Italia produttiva».

LEGGI ANCHE: Altra interdittiva antimafia del Prefetto di Verona, a Castel d’Azzano

Onorevole Diego Zardini (Pd)

Il deputato del Partito Democratico Diego Zardini, rispondendo a tweet di Loredana De Petris, senatrice di Leu, ha scritto: «Penso che sostenendo insieme Draghi potremmo avere delle politiche adeguate alle nostre aspettative». L’auspicio, per ora molto incerto, è quello di ricostituire l’alleanza fra Partito Democratico, Leu e Movimento 5 Stelle.

Buona Destra Verona

Massimiliano Urbano – Coordinatore Buona Destra Verona

«Al netto delle responsabilità del governo Conte e delle forze politiche che lo hanno fin qui sostenuto, l’attuale crisi ha fatto emergere la vera e drammatica esigenza: avere subito una destra, liberale, moderna, europeista» è il punto di vista di Massimiliano Urbano, coordinatore di Buona Destra Verona.

«Una destra che, a seconda delle problematiche che si prospettano, sappia fare un passo indietro per il bene del Paese o che abbia invece il coraggio di osare quando i tempi lo impongono. Questo è il momento di far sentire la propria significativa presenza. Non c’è più tempo d’attendere. Salvini e Meloni hanno invece dimostrato tutta la loro irresponsabilità».

«Le tanto da loro bramate elezioni anticipate avrebbero infatti solamente significato l’ingovernabilità della Nazione nel momento più drammatico dal dopoguerra ad oggi. L’incapacità di questi soggetti di mettersi al servizio del cittadino è dunque ampiamente certificata. È ora di dire basta. Noi di Buona Destra ci siamo. Convintamente al fianco di Mario Draghi» conclude Urbano.

Michele Bauli

Michele Bauli

«Mario Draghi rappresenta il volto di un’Italia come noi imprenditori cerchiamo di costruirla ogni giorno – ha dichiarato il Presidente di Confindustria Verona, Michele Bauli – prestigiosa a livello internazionale, ricca di competenze, che sa fare e sa affrontare le situazioni più difficili. Un paese credibile insomma».

«Abbiamo visto la capacità di Draghi – con la sua autorevolezza personale – di ribaltare la nostra immagine offuscata già in queste prime ore. È bastato l’incarico del Presidente della Repubblica per far ridurre lo spread, far rinvigorire la borsa e migliorare le previsioni della nostra crescita economica».

«Adesso la palla è nel campo della politica. È assolutamente necessario che faccia quello che non è riuscita a fare in questi ultimi giorni: dimostrare di essere responsabile. Una politica responsabile che giochi una partita in cui può trovare il suo riscatto serve adesso al Paese e agli italiani».

«Lo ha evidenziato benissimo il Presidente Mattarella nel suo discorso di ieri sera il nostro Paese si trova di fronte sfide importanti, la presentazione del Recovery Plan e la sua attuazione, la lotta alla pandemia e il piano vaccinale, e ha bisogno di un Governo stabile e di alto profilo per affrontarle».