Gli Angeli del Bello danno nuova vita al murales del campetto di Porta Vescovo

Opera di street art restaurata dagli Angeli del Bello e restituita alla città sul bastione di Santa Toscana. L’assessora Zivelonghi: «Anche la bellezza agisce contro il degrado».

Gli Angeli del Bello presentano il restauro del murale nel campo da basket del bastione Santa Toscana, zona Porta Vescovo
Gli Angeli del Bello presentano il restauro del murale nel campo da basket del bastione Santa Toscana, zona Porta Vescovo
New call-to-action

Non solo pulizia urbana delle bellezze artistiche di Verona. Il decoro è anche il volto di un territorio e significa maggiore sicurezza per i cittadini. È stato presentato ieri mattina il murales con elementi di arte contemporanea, ripristinato nel campo da basket del bastione di Santa Toscana, sulla salita San Sepolcro.

Un intervento volto al recupero di un’opera di street art che ha visto impegnati in prima linea i volontari dell’associazione Gli Angeli del Bello. Lungo 32 metri e alto 1,70, il murales è stato ripristinato da una fitta schiera di volontari.

LEGGI ANCHE: Verona attende il sorriso di Papa Francesco

«La vocazione degli Angeli del Bello è valorizzare e recuperare ciò che l’ambiente offre – spiega Aldo Allegretto, coordinatore e vicepresidente degli Angeli del Bello di Verona -. Questo murales è stato dipinto nel 2004 da persone provenienti dalla Pennsylvania, come si legge nella targa, anch’essa recuperata».

La grafica ricorda Keith Haring, anche lui originario dello stesso Stato degli autori, che forse hanno colto l’occasione, durante un viaggio a Verona, per divulgare un po’ della loro street art nel vecchio continente. «Noi abbiamo voluto dare, in modo molto rispettoso, vitalità e cromaticità, recuperando l’intero disegno» conclude Allegretto.

LEGGI ANCHE: Arresto cardiaco in strada a Verona: rianimato con il 118 al telefono

Guarda le interviste video

«Peppino Impastato diceva che bisognerebbe educare le persone alla bellezza, per non far insinuare più abitudine e rassegnazione, ma per mantener vivi la curiosità e lo stupore» esordisce l’assessora alla Sicurezza Stefania Zivelonghi. «Siamo in un luogo reso bello e mantenuto bello, anche grazie all’intervento degli Angeli del Bello. È un contributo efficace alla bellezza, al recupero e alla fruibilità del luogo, che agisce in contrasto al degrado e in favore della sicurezza. Davvero un intervento fondamentale, attuato in un luogo deputato alla socializzazione dei giovani».

Gli Angeli del Bello presentano il restauro del murale nel campo da basket del bastione Santa Toscana, zona Porta Vescovo
Gli Angeli del Bello presentano il restauro del murale nel campo da basket del bastione Santa Toscana, zona Porta Vescovo

«È un’opera di street art – sottolinea il presidente della Prima Circoscrizione Lorenzo Dalai – ma anche l’arte contemporanea va salvaguardata. Abbiamo ritenuto di enfatizzare il lavoro virtuoso degli Angeli del Bello, nella speranza che quest’operazione diventi un esempio contagioso per altri eventi e altri recuperi».

Oltre allo svelamento del murales ai Bastioni di Santa Toscana, è stato presentato nel corso della mattinata anche il murales realizzato ex novo nel sottopassaggio pedonale di Porta Vescovo, che collega Borgo Venezia con Veronetta. «Oltre a inaugurare il murales nel parco sulla Salita San Sepolcro, cogliamo l’occasione per presentare quest’opera pittorica realizzata nel corso degli ultimi mesi dall’associazione Gli angeli custodi di VeronettAmica insieme agli Angeli del Bello. Un’occasione importante per restituire il sottopasso in una veste totalmente rinnovata».

Sottopassaggio Porta Vescovo - Rita Andriani
La presidente della Sesta Circoscrizione Rita Andriani nel sottopassaggio di Porta Vescovo, realizzato dall’associazione Gli angeli custodi di VeronettAmica insieme agli Angeli del Bello

LEGGI ANCHE: Parte lo sviluppo della Marangona: a breve l’accordo