Domani a Verona Giorgia Meloni, sarà a JOB&Orienta per firmare l’Accordo di Coesione

Prevista per domani a Veronafiere, nell’ambito di JOB&Orienta, la presenza della Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, che insieme al Presidente Zaia firmerà l’Accordo di Coesione con la Regione Veneto.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni
New call-to-action

Domani, 24 novembre, a Veronafiere sarà ospite la presidente del Consiglio Giorgia Meloni, con Luca Zaia, presidente della Regione del Veneto, per la sottoscrizione dell’Accordo per la Coesione. La firma e il punto stampa si terranno nell’ambito di JOB&Orienta, nello stand della Regione del Veneto.

L’incontro e la firma dell’accordo, rimandato in un primo momento, è stato poi confermato. Interverrà anche Luigi Sbarra, segretario generale Cisl nazionale.

LEGGI ANCHE: Carcere di Verona: aumenta la popolazione e il disagio psichico

L’accordo di coesione

L’Accordo per la coesione – che domani verrà firmato a Verona fra Governo e Regione Veneto – è un documento fondamentale che guida e monitora gli interventi di sviluppo, garantendo la loro coerenza con gli obiettivi di programmazione a livelli più alti e assicurando una chiara ripartizione delle responsabilità e delle risorse finanziarie. Circa un mese fa è stato firmato quello fra Governo e Regione Marche.

Il Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) è, congiuntamente ai Fondi strutturali europei, lo strumento finanziario principale attraverso cui vengono attuate le politiche per lo sviluppo della coesione economica, sociale e territoriale e la rimozione degli squilibri economici e sociali in attuazione del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea

La programmazione operativa del FSC 2021-2027 utilizza lo strumento denominato come “Accordo per la coesione” che rappresenta un passo essenziale per indirizzare in modo mirato e coordinato gli interventi di sviluppo sul territorio.

LEGGI ANCHE: Scipione a Verona raddoppia, il bus serale diventa a chiamata in nuove zone

Di seguito le caratteristiche salienti di ciascun accordo:

  1. Specificazione degli Interventi

L’accordo definisce gli interventi e le linee d’azione finanziabili. La selezione di questi viene effettuata a seguito di un’istruttoria eseguita in collaborazione con il Ministero pertinente e il Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei ministri ai fini di garantire la loro coerenza con i documenti di programmazione a livello sia europeo che nazionale.

  1. Cronoprogrammi di Realizzazione

Per ogni intervento o linea d’azione, viene fornito un dettagliato cronoprogramma di realizzazione. Ciò permette di tracciare e seguire con precisione il progresso delle attività.

  1. Impegni Reciproci

L’accordo chiarisce gli impegni assunti da tutte le parti coinvolte, garantendo chiarezza e reciproca comprensione delle responsabilità.

  1. Piano Finanziario

Un dettagliato piano finanziario accompagna ogni Accordo, suddividendo le risorse per annualità. Questo assicura che ogni fase dell’intervento abbia la copertura finanziaria necessaria.

  1. Sistema di Gestione e Controllo

Oltre a definire gli interventi, l’Accordo stabilisce i principi per la gestione e il controllo dello stesso. Inoltre, si prevede un sistema di monitoraggio, per valutare l’efficacia e l’efficienza degli interventi in corso.

  1. Interventi Finanziati

Viene fornita un’indicazione chiara degli interventi che hanno già ottenuto finanziamenti dal Fondo, grazie alle anticipazioni stabilite dalla delibera del CIPESS. Gli interventi, rispettando le condizioni stabilite dalla delibera di assegnazione, seguiranno le modalità di attuazione e di monitoraggio delineate nell’Accordo.

LEGGI ANCHE: Ca’ del Bue: il Comune di Verona chiede approfondimenti ad Agsm Aim

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM