Gestione rifiuti, prorogato il servizio da parte di Amia

Le aziende partecipate sono state al centro del consiglio comunale di ieri sera, giovedì 13 dicembre. I temi della serata sono stati in particolare la gestione delle società Amia e Polo Fieristico Veronese, più in generale il Piano di razionalizzazione delle società partecipate.

Resta confermata, fino a conclusione del procedimento di verifica, la sospensione della gara per l’affidamento, mediante project financing, del servizio di gestione a Verona dei rifiuti urbani. A deciderlo il Consiglio comunale di questa sera che, con l’approvazione della delibera, 28 voti favorevoli e 3 contrari (gruppi Ama Verona e Lista Tosi), ha inoltre prorogato ad Amia il servizio di gestione dei rifiuti. L’attività dovrà essere realizzata fino all’istituzione di una nuova gestione da parte del Consiglio di Bacino.

Il consiglio comunale ha inoltre approvato, con 21 voti favorevoli, 2 contrari e 6 astenuti, l’accordo di programma per l’avvio della razionalizzazione della società Polo Fieristico Veronese. Con il provvedimento, in accordo con Veronafiere, viene dato avvio ad un processo di modifica degli assetti societari del Polo e, al contempo, ad un suo adeguamento alle indicazioni date dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, sia per quanto riguarda l’incremento del fatturato, attraverso l’ampliamento della gestione dei parcheggi a servizio dell’attività fieristica, sia per l’impiego di personale dipendente nella gestione delle ulteriori attività conferite.

Nelle modifiche sugli assetti societari, è stato inoltre confermato I’interesse del Comune a ridurre la propria partecipazione nella società Polo Fieristico Veronese e, al contempo, la volontà di Veronafiere di aumentare la propria quota, fino al raggiungimento della maggioranza.

Accolto dall’assessore alle Aziende partecipate Daniele Polato l’ordine del giorno collegato, con primo firmatario il capogruppo di Sinistra in Comune Michele Bertucco, che chiede di destinare, per il miglioramento della qualità della vita a Verona sud, una parte importante degli introiti derivanti dalla cessione delle quote azionarie della società Polo Fieristico.

Iniziato in Consiglio l’esame del Piano di razionalizzazione delle società partecipate. Come indicato dal ‘Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica’, le amministrazioni non possono, direttamente o indirettamente, mantenere partecipazioni, anche minoritarie, in società aventi ad oggetto attività di produzione di beni e servizi non strettamente necessarie per il proseguimento delle proprie finalità.