Focus Dad, studenti poco preparati

Stando alla ricerca della scuola superiore "Freud" di Milano, la maggior parte degli studenti intervistati pensa di non avere una preparazione adeguata per affrontare il prossimo anno scolastico o la manturità.

scuola classe lezione

La didattica a distanza, stando alla ricerca realizzata dalla scuola superiore “Freud” di Milano, sta creando diversi problemi agli studenti indipendentemente dall’efficienza del sistema e dall’impegno degli insegnanti. Stando al focus, il 66,8% dei ragazzi pensa che la preparazione raggiunta sia inferiore a quella che avrebbero avuto andando a scuola e il 34,8% ritiene di non avere una preparazione adeguata per affrontare il prossimo anno scolastico o l’esame di Stato.

Tra gli altri aspetti negativi quasi il 33% sostiene che si sono accentuati dal punto di vista emotivo i contrasti con i componenti familiari. Nonostante tutto, però, il 33,2% ritiene che sarebbe utile continuare a usare la Dad, insieme alle lezioni in aula, anche dopo l’emergenza.

Il 76,8% degli studenti ha dichiarato che i compiti sono aumentati rispetto alle lezioni tradizionali: per il 12,5% il carico degli studi non è stato sopportabile anche per le modalità prive di rapporti personali con i compagni e i docenti, mentre per il 64,3%, benché accresciuto, il carico è stato tuttavia sostenibile. Fondamentale, per oltre il 90 % dei ragazzi, la funzionalità tecnica – interconnessione, tablet e cellulari – e l’impegno degli insegnanti nel rendere interessanti le lezioni.