Federfarma Verona, nuova iniziativa contro il tabagismo

Il sindacato dei farmacisti veronesi ha realizzato un opuscolo in collaborazione con Medicina delle Dipendenze AOUI di Verona e Sitab che sarà distribuito gratuitamente nelle 259 farmacie aderenti a Federfarma.

Gianmarco Padovani
Gianmarco Padovani, vicepresidente di Federfarma Verona

Lo “Speciale fumo di sigaretta: tutto quello che c’è da sapere” a cura della Medicina delle Dipendenze dell’Azienda Universitaria Integrata di Verona, realizzato in collaborazione con Federfarma Verona e la Società italiana di Tabaccologia Sitab affronta la tematica sotto tutti i punti di vista.

Migliaia di copie in distribuzione nelle 259 farmacie veronesi aderenti a Federfarma per fare conoscere
senza reticenze la realtà sui danni causati dal tabagismo.

Dalla dipendenza fisica a quella psicologica, dalle interazioni con il Covid-19 alla depressione, dai percorsi terapeutici alle patologie causate dal fumo tra cui le cardiovascolari, ma aumenta del 20-40% anche il rischio di sviluppare Diabete Mellito di tipo 2. E sono solo alcuni esempi. Nell’opuscolo indicate le terapie anti fumo, ma anche i nuovi preparati farmacologici come la citisina, un farmaco naturale estratto dalla pianta di maggiociondolo la cui preparazione avviene nei laboratori galenici delle farmacie territoriali (con obbligo di prescrizione medica), perché a tutt’oggi
non interessata dalla produzione delle grandi aziende farmaceutiche.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Le dichiarazioni di Padovani e di Lugoboni

«Abbiamo aderito al progetto divulgativo della Medicina delle Dipendenze perché ha una duplice valenza: indurre i fumatori a smettere e, al contempo, fare desistere o comunque instillare il dubbio, in coloro che si stanno avvicinando al fumo – spiega Gianmarco Padovani, vicepresidente di Federfarma Verona – La farmacia è un luogo della salute e della cultura del benessere, che si fa portatrice, come in questo caso, di messaggi di alto valore scientifico rivolti alla cittadinanza. Nei laboratori delle singole farmacie vengono prodotti tutti i giorni medicinali preziosi perché dedicati al singolo paziente e anche nella lotta al fumo siamo quindi in prima linea in stretta sinergia con i medici».

Fabio Lugoboni responsabile della MdD.

«Spesso il fumatore finge di non sapere quali sono i danni che arreca alla propria salute oppure, se ha intenzione di smettere, non crede di potercela fare – spiega Fabio Lugoboni responsabile della MdD -, ma sbaglia perché i percorsi terapeutici esistono e sono molto validi come conferma l’esperienza del nostro centro. La pubblicazione che ho redatto insieme alla mia equipe è utile a tutti, anche alle “vittime” indirette cioè a tutti coloro che subiscono i danni del fumo passivo. La lotta al tabagismo si può vincere e il primo passo è la volontà di lasciarsi alle spalle una dipendenza deleteria. Siamo certi che le farmacie, grazie alla loro estrema capillarità, veicoleranno in breve tempo tutte le 20.000 copie messe loro a disposizione».

Per accedere gratuitamente al reparto di Medicina delle Dipendenze AOUI presso l’ospedale G.B. Rossi di Borgo Roma basta essere in possesso dell’impegnativa del medico di medicina generale e chiedere appuntamento allo 045 8128291.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM