Famiglia è Futuro: bene il convegno, ma ora si deve passare ai fatti

“Keep Calm and Work for the Family”, “Fattore Famiglia adesso!”: questo il messaggio chiaro per l’amministrazione comunale, e non solo, portato in piazza da Famiglia è Futuro, che ha distribuito durante l’evento centinaia di magliette e palloncini ai partecipanti, prendendo parte alla marcia per la famiglia di domenica scorsa.

«Un’esortazione per le amministrazioni, prima di tutto il Comune di Verona, a passare quanto prima dalle parole ai fatti, dalle enunciazioni di principio ad azioni concrete» dichiarano i responsabili di Famiglia è Futuro. Tre giorni di congresso internazionale per dibattere di Famiglia, quella naturale, quella costituzionale. Associazioni e parte del mondo istituzionale compatti per restituire dignità alla cellula fondamentale della società: «Doverose e sentite le nostre congratulazioni agli organizzatori, che hanno tenuto testa alla valanga di false notizie dei media producendo momenti di approfondimento sui temi senza precedenti; bene l’amministrazione comunale e il Sindaco, che ci ha messo la faccia», esordisce Filippo Grigolini, presidente di Famiglia è Futuro, con Mirco Ghirlanda, segretario e Claudio Corradi, vicepresidente.

«Ma trascorsi ormai quasi due anni di questa amministrazione, non possiamo non segnalare che le famiglie aspettano ancora provvedimenti concreti in loro aiuto. A parte le bandiere di San Marco per i nuovi nati, purtroppo nulla si è visto: niente Fattore Famiglia, niente revisione delle tariffe dei trasporti e servizi pubblici, nessun taglio alle rette degli asili nido, nessun aiuto alle neomamme nemmeno dopo la mozione di ottobre sulla vita; non un piano generale di interventi organici per la famiglia», ha sferzato Grigolini, convintamente presente al convegno in Gran Guardia e alla marcia di domenica con centinaia di militanti e simpatizzanti di Famiglia è Futuro, tra i quali i consiglieri di circoscrizione Antonio Zerman, Elena Fasoli e Andrea Cona.

«Fino a ieri abbiamo fatto quadrato per il bene di Verona e per l’importanza dei temi in gioco, ma ora non si può più attendere: esortiamo il Sindaco e l’Amministrazione a mettere in campo subito iniziative concrete per le famiglie veronesi, che attendono di essere sostenute come promesso in campagna elettorale» ha concluso.

F