Falsi operatori Croce Rossa vendono mascherine fuori dall’ospedale

La sezione scaligera della Croce Rossa ha diramato una nota in cui chiarisce che non si tratta dei propri volontari. Le persone, vestite con divise simili alle originali, sono state viste vendere mascherine fuori dall'ospedale Policlinico G.B. Rossi di Borgo Roma.

Le forze dell’ordine sono già state allertate. «Nessun operatore di Croce Rossa è presente nei pressi di ospedali con l’intento di “vendere” mascherine protettive. #CoronaVirus (Covid19)» precisa il presidente Ortombina che continua «smentisco in modo categorico che il Comitato di Verona della Croce Rossa Italiana nelle persone dei propri soci sia impegnato in tale attività di vendita a scopo di lucro».

Una truffa che si assoma ad altre mandate avanti in diverse zone del paese in questi giorni, spesso ai danni di anziani. I finti operatori della Croce Rossa telefonano offrendosi di fare gratuitamente un tampone per il Coronavirus a domicilio, ma si tratta in realtà di truffatori. A lanciare l’allarme il comitato di Lecco della Croce Rossa Italiana. Casi registrati anche a Milano, Torino e Piacenza.

Per informazioni chiamare il numero verde: 800.462.340