Evasione e furto aggravato: due arresti in 24 ore

Evasione e furto aggravato. Con queste accuse due uomini sono stati arrestati ieri dai carabinieri della compagnia di Villafranca. Il primo a finire in manette, nel pomeriggio, è stato un cittadino italiano di 35 anni evaso dagli arresti domiciliari e trovato a passeggiare tra le vie della città. Il secondo a essere arrestato è stato un giovane di origini moldave classe ’94 colpevole di aver scassinato una macchinetta dei video-giochi nel centro commerciale “La Grande Mela” di Sona. Entrambi sono in attesa del rito direttissimo.

Doppio arresto, nella giornata di ieri, mercoledì 16 maggio, per la Compagnia Carabinieri di Villafranca di Verona: un moldavo classe ’94, responsabile del reato di furto aggravato, e un cittadino italiano classe ’83 per il reato di evasione.

Il primo arresto è avvenuto tra le vie di Villafranca, dove i militari hanno individuato un uomo agli arresti domiciliari. L’uomo, un cittadino italiano di 35 anni, è stato quindi messo in manette per il reato di evasione.

È stato poi arrestato, in flagranza di reato al centro commerciale “La Grande Mela” di Sona, un cittadino di origini moldave che aveva scassinato una macchinetta video giochi, asportandone il contenuto, per un valore complessivo di quasi 200 euro. Addosso al giovane, classe ’94, sono stati trovati anche alcuni arnesi da scasso. Il 26enne è stato quindi portato presso la sua abitazione e messo agli arresti domiciliari.

Entrambi sono ora in attesa del rito direttissimo.