Escursionisti in difficoltà sul Baldo, recuperati due volte dall’elisoccorso

Nel pomeriggio di ieri un escursionista di settant'anni ha manifestato stanchezza e difficoltà a proseguire nel sentieri 641 in direzione Monte Baldo, ricevendo l'aiuto dell'elisoccorso. Nella stessa serata, il resto del gruppo con cui si trovava l'uomo ha contattato nuovamente i soccorsi per gli stessi motivi, in vista anche del maltempo.

elisoccorso

Alle 16.40 di ieri l’elicottero di Verona emergenza è decollato in direzione del Monte Baldo, dove, percorrendo assieme a quattro amici il sentiero numero 641 sulle creste sommitali, un escursionista settantenne di Verona aveva accusato crampi per la stanchezza e non era più in grado di proseguire.

Leggi anche: Cade dalla mountain bike, ferito un trentaduenne

Il tecnico di elisoccorso, una volta individuato il gruppo, è stato sbarcato in hovering. Dopo essersi sincerato che gli altri quattro – tre uomini e una donna coetanei e veronesi – stessero bene e proseguissero in autonomia, il soccorritore ha caricato a bordo l’uomo, che è stato accompagnato a Prà Alpesina, dove aveva l’auto, per poi rientrare in base a Verona.

Alle 18.15 la Centrale del 118 è stata nuovamente contattata del resto del gruppo, che, per la fatica e avvicinandosi il maltempo, si trovava in difficoltà. In accordo con il medico dall’equipe sanitaria, il tecnico di elisoccorso, quando l’eliambulanza si è portata nuovamente in cresta, in due rotazioni ha imbarcato i quattro escursionisti, trasportati poi a Novezzina.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM