Due giovanissimi veronesi denunciati per borseggio in centro

I carabinieri della Compagnia di Verona, nelle ultime 48 ore, hanno denunciato tre persone. A Porta Nuova due giovani resisi responsabili di furto con destrezza di una borsa all'interno di un noto ristorante del centro. Poi a Veronetta ai danni di un 53enne, pregiudicato, responsabile di un taccheggio ai danni del supermercato IN'S.

I carabinieri della Compagnia di Verona, impegnati a prevenire reati predatori in occasione del Black Friday, hanno già denunciato tre persone. Nelle ultime 48 ore è intervenuta in Veronetta e in Porta Nuova; nel primo caso ha denunciato S.I., 53enne, moldavo, pregiudicato, resosi responsabile di un taccheggio ai danni del supermercato IN’S.

Nel secondo si è trovata alle prese con due giovani, un ragazzo e una ragazza, resisi responsabili di furto con destrezza di una borsa all’interno di un noto ristorante del centro, in danno di una cameriera che stava intraprendendo il servizio. Nello specifico, M.M., diciassettenne, studente, e P.S., diciottenne, disoccupata, entrambi veronesi, alle 14.45 di ieri, passeggiando davanti la vetrata del locale e notando il cambio turno di una cameriera, hanno aspettato il momento propizio per asportarle la borsa, poggiata su uno sgabello rivolto verso la vetrina.

I due giovani sono stati inseguiti dal collega della derubata, un cameriere che ha assistito alla scena e chiesto l’intervento del 112: il ladro è riuscito a fuggire a differenza della ragazza che, raggiunta contemporaneamente dal suo inseguitore e dalla pattuglia del Radiomobile che si trovava in settore, è stata bloccata. La ragazza ha provato a smentire le accuse, arrivando a dire di non conoscere il ragazzo con cui si accompagnava a braccetto.

I filmati ripresi dalle telecamere del ristorante hanno però smentito la versione della giovane che, non potendo continuare a dir bugie, ha chiamato il complice minorenne che è dovuto tornare sul luogo del misfatto e riportare la borsa rubata, subito restituita alla denunciante. Gli autori dei furti sono stati accompagnati in caserma; perquisiti e terminate le formalità di rito, sono stati denunciati a piede libero alle competenti Autorità Giudiziarie di Verona e Venezia.

LEGGI LE ALTRE NEWS