Donna si butta dal ponte, salvata in extremis

La signora di 57 anni ha scavalcato la ringhiera di ferro di Ponte Catena e si è buttata nell’Adige. Ad assistere alla scena, ieri poco prima di mezzogiorno e mezzo, fortunatamente, l’agente scelto della Polizia di Stato Alessandro Marchini che stava facendo jogging in zona. L’uomo si è gettato giù per l’argine ed è entrato in acqua, una volta raggiunta la donna le ha tenuto la testa fuori dall’acqua per farla respirare fino all’arrivo  dei soccorsi.

In quel punto la profondità del fiume non supera i 40 cm e la signora sembrava non muoversi più. Quando il poliziotto le è giunto accanto ha potuto però constatare che era ancora viva, nonostante le fratture riportate alle gambe per la caduta. Le ha tenuto la testa fuori dall’acqua per impedirle di annegare e ha continuato a parlarle fino all’arrivo dei soccorsi.

In poco tempo sono giunte sul luogo del gesto disperato le volanti, i vigili del Fuoco e l’ambulanza di Verona Emergenza e la donna, pare residente in quartiere Navigatori, è stata trasferita al Polo Confortini. Prognosi riservata per la 57enne che non sarebbe però in pericolo di vita.