Dentro al nuovo sottopasso di via Città di Nimes a Verona

Nel video le prime immagini dopo la conclusione dei lavori del sottopasso che unisce viale Galliano con via Faccio. Da lunedì il passaggio graduale alla nuova viabilità.

Sottopasso via Città di Nimes
Sottopasso via Città di Nimes

Annunciata ieri la conclusione dei lavori per il nuovo sottopasso unificato fra viale Galliano e via Faccio, all’altezza di via Città di Nimes. La nuova infrastruttura entrerà in funzione da lunedì 24 giugno alle 9.30, ma il passaggio completo alla nuova viabilità sarà graduale nel corso della settimana.

Nel video seguente le immagini e il funzionamento dell’opera.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

La nuova viabilità

Si completa l’intervento realizzato in occasione del Mondiali di Calcio del 1990, che consente ora agli automobilisti di poter attraversare senza interruzione la città dal tratto che va da viale Galliano a Breccia Cappuccini (via Faccio).

L’opera è conclusa nella sua interezza, rampe intermedie di accesso e uscita comprese. Tuttavia, per consentire il disallestimento del cantiere e ripristinare la viabilità di superficiele rampe saranno aperte al traffico nei giorni successivi procedendo per step. Nel giro di una settimana si arriverà alla viabilità definitiva. 

Ma cosa cambierà da lunedì per gli automobilisti? Il nuovo sottopasso potrà essere percorso solo dai mezzi privati, compresi motocicli e ciclomotori, il trasporto pubblico locale userà infatti le corsie preferenziali in superficie.

Si potrà entrare in via Faccio, lasciando alle spalle Breccia Cappuccini, oppure dal lato opposto in via Galliano verso via Faccio.

Lato via Faccio, dopo aver percorso il primo tratto, si arriverà allo stop semaforico, superato il quale si potrà scegliere di andare dritto oppure prendere la rampa a destra in uscita verso Porta Palio e verso l’imbocco della T4-T9.

Idem lato via Galliano. Chi entra nel sottopasso può proseguire fino all’uscita in via Faccio oppure risalire la rampa sulla destra in direzione viale del Lavoro. 

Si potrà entrare nel sottopasso anche dalle due rampe mediane, una all’altezza di Porta Nuova e l’altra all’uscita della T4-T9 e della Stazione.

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua

Fasi dell’apertura

A partire da lunedì 24 giugno dalle 9.30, passato l’orario di punta del traffico, si procederà con la graduale apertura del nuovo sottopasso. Si prevedono principalmente tre fasi che nel giro di una settimana lavorativa porteranno la città di Verona alla nuova viabilità più moderna ed efficiente. L’apertura al traffico avverrà alla presenza degli agenti della Polizia Locale che forniranno informazioni ed assistenza agli automobilisti, in modo da permettere da subito un transito regolare, tornando così alla viabilità ante cantiere.

FASE 1

Da lunedì 24 giugno dalle 9:30

  • Apertura sottopasso da porta Palio a Via Faccio. Non cambia la circolazione.
  • Apertura uscita T4-T9 direzione Porta Palio
  • Apertura rampa sottopasso nord ovest in direzione Porta Palio. La circolazione su via Cardinale e via Oriani rimarrà come l’attuale.
  • Inversione corsia a ovest di Porta Nuova con apertura finale al traffico. Accesso al sottopasso da Norta Nuova. La circolazione su via Cardinale e via Oriani rimarrà come l’attuale.

FASE 2

  • Apertura rampe sud del sottopasso (accesso da ovest e uscita ad est)
  • Apertura accesso rampa sud dalla stazione.
  • Chiusura al traffico privato su via Cardinale. La circolazione su via Oriani rimarrà come l’attuale.

FASE 3

  • Realizzazione doppio senso di marcia da Porta Nuova a Via Città di Nimes.
  • Realizzazione senso unico da porta Palio a Via Città di Nimes.
  • Realizzazione Pista ciclabile da Porta Palio a Porta Nuova

LEGGI ANCHE: Zanzare: nelle farmacie veronesi il kit antilarvale a prezzo calmierato

Le mappe