Deceduta la poliziotta che aveva tentato il suicidio alla Questura di Verona

È deceduta la poliziotta che lunedì scorso aveva tentato il suicidio nel suo ufficio presso la Questura di Verona. Dall’inizio dell’anno sono 49 i morti fra le forze dell’ordine in Italia, di cui 17 nella Polizia di Stato.

Questura Verona
La Questura di Verona, in lungadige Galtarossa

Non c’è stato niente da fare per la poliziotta 46enne che lunedì sera ha tentato il suicidio sparandosi alla testa nel suo ufficio alla Questura di Verona, in lungadige Galtarossa. Le sue condizioni sono risultate disperate sin da subito, fino al tragico epilogo, avvenuto mercoledì.

«Resterà per sempre nei nostri cuori e siamo particolarmente vicini al suo bambino e alla sua famiglia». Ha usato queste parole il questore di Verona, Ivana Petricca, per esprimere tutto il proprio dolore per la scomparsa dell’agente.

Valter Mazzetti
Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia di Stato

LEGGI LE ULTIME NEWS

Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia di Stato, ha fornito numeri preoccupanti in merito a episodi analoghi da parte delle forze dell’ordine. Mazzetti ha parlato infatti della «tragica lista che annovera, dall’inizio dell’anno, già 49 suicidi fra gli appartenenti alle forze dell’ordine. Sono numeri agghiaccianti e, come è noto, la media fra gli operatori del comparto che si tolgono la vita è ben superiore alla media nazionale che conta inoltre tutte le fasce d’età, mentre quella dei colleghi è una fascia anagrafica delimitata. Continuare ad assistere inermi a questa ecatombe non si può. E, se pure nessuno può conoscere le singole realtà di fragilità e di sconforto che sfociano in simili tragedie, ciò che sappiamo, appartenendo a questo mondo, è che i disagi, i sacrifici, le difficoltà sono tante e tali che certamente alleviarle ed eliminarle, quando possibile, sarebbe determinante».  

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM