Da tutta Italia per la contromanifestazione di Non una di meno

“Per noi di Non una di meno il Congresso delle famiglie non è un ritorno al medioevo; per noi tutte le destre sovraniste di oggi sono un’ondata reazionaria alla libertà delle donne”.

Solo da Roma sono in partenza 7 bus, da Bologna 6, da Firenze 4. Arrivano da tutta Italia per sostenere la contromanifestazione capeggiata da “Non una di meno”, e per opporsi al Congresso delle Famiglie che è stato inaugurato oggi in Gran Guardia. Difficile fare una stima dei partecipanti al corteo indetto per domani con partenza alle 14.30 dalla Stazione di Porta Nuova. Secondo gli organizzatori saranno almeno in 20 mila, numeri astronomici per una città come Verona. Ma le proteste sono cominciate già ieri e proseguiranno per tutto il weekend, con attività ed incontri organizzati fino a domenica.