Covid, Zaia: «Ondata diversa dalle precedenti»

Fra 22 e 28 luglio, dei 137 ricoverati in Veneto in ospedale in area non critica, 101 sono non vaccinati. In terapia intensiva 15 su 16 non vaccinati. «Dove c'è il vaccino ci sono meno problemi» commenta Zaia.

Luca Zaia
Luca Zaia. Foto d'archivio

Oggi nuovo punto del presidente della Regione Veneto Luca Zaia sulla situazione Covid-19 in Veneto. «Ci sono almeno un paio di aspetti atipici rispetto alle precedenti ondate Covid. Innanzitutto il tasso di ospedalizzazione è molto più basso: il rapporto fra contagiati e ospedalizzati non è assolutamente in linea con il passato».

«Secondo aspetto fondamentale è la quantità importante di asintomatici». L’effetto delle vaccinazioni risulta quindi evidente, nel modificare i fattori che influiscono sull’ondata di contagi.

Dal 22 al 28 luglio sono stati registrati in Veneto 4157 nuovi contagi. Di questi, 2821 sono non vaccinati (67,9%), 510 vaccinati parzialmente (12,3%) e 826 vaccinati completamente (19,9%).

Dei 137 ricoverati in ospedale in area non critica, 101 sono non vaccinati (73,7%), 10 vaccinati parzialmente (7,3%), 26 vaccinati completamente (19%).

Dei 16 ricoverati in terapia intensiva, 15 sono non vaccinati, 1 con vaccinazione completa.

«Fra i non vaccinati il substrato è fertile, e il virus mette radici. Al di là dei casi singoli, dove c’è il vaccino ci sono meno problemi. Lo si vede dai dati» ha commentato Zaia.

«Dobbiamo capire che non è ancora finita, senza allarmismo, ma dobbiamo fare attenzione agli assembramenti. Anche all’aperto, se c’è assembramento, dobbiamo usare la mascherina».

LEGGI ANCHE:
Omicidio di Chiara Ugolini: l’autopsia non chiarisce la causa della morte,
ma conferma che ha lottato

Variante delta al 97%

La variante delta del virus SARS-CoV-2 in Veneto ha una prevalenza del 97,2%. È questo il dato che emerge dell’ultima indagine rapida condotta dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie sulla prevalenza delle varianti di SARS-CoV-2 e coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS).

Sono stati analizzati e sequenziati i genomi completi di 144 campioni positivi SARS-CoV-2, provenienti dai laboratori di microbiologia delle Ulss venete, notificati il 20 luglio 2021.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM