Coppia evade il fisco: sequestrati 81mila euro

Maxi sequestro di 81mila euro nei confronti di una coppia di coniugi residenti a Veronella indagati per avere amministrato una società non presentando la dichiarazione dei redditi nel 2014.

Sequestrati preventivamente più di 81mila euro tra beni e disponibilità finanziarie. La confisca è stata eseguita dalla Guardia di finanza della compagnia di Arzignano, in provincia di Vicenza, nei confronti di due coniugi, ora indagati, per avere amministrato una società non presentando la dichiarazione dei redditi nel 2014. La gestione della società è stata attribuita a marito e moglie, residenti a Veronella, lui 41enne, originario di Foggia ed attualmente in stato di detenzione per altre ragioni e lei di 38 anni.

Tutte le transazioni commerciali, accertate dalle fiamme gialle, erano attribuibili sempre a due società, con sede in provincia di Verona, riconducibili alla coppia. L’inchiesta è nata da una verifica fiscale avviata nel febbraio 2017 nei confronti di una società di Arzignano, ufficialmente operante nel settore del commercio all’ingrosso di minerali metalliferi e metalli ferrosi, costituita nel 2013, che tuttavia era priva di una sede effettiva, di una struttura operativa e unità locali, non aveva utenze intestate, personale alle dipendenze e autoveicoli aziendali. Dalle indagini è emerso che nel 2014 la società ha intrattenuto rapporti commerciali con clienti per oltre 400mila euro, omettendo di presentare le dichiarazioni e di effettuare i relativi versamenti Iva.