Controllo coordinato del territorio: due arresti

Controlli a tappeto ieri nei centri di San Massimo e San Giovanni Lupatoto. Nel corso del pattugliamento sono stati due i cittadini di origine nigeriana ad essere finiti in manette.

Il primo, arrestato dalla stazione di San Massimo, classe ’68, pregiudicato, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso l’8 gennaio appena trascorso per reati di falsità ed immigrazione clandestina; il secondo invece, arrestato in flagranza dalla stazione di San Giovanni Lupatoto, per resistenza e false attestazioni sulla propria identità a Pubblico Ufficiale. L’uomo, incensurato, si è fermamente opposto al controllo operato dai militari, e non volendo collaborare ha strattonato i militari per guadagnarsi la fuga.

Sempre nel corso del servizio, infine, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno deferito in stato di libertà un palermitano di 17 anni, residente a San Bonifacio, per il reato di furto aggravato. Il giovane, studente, aveva rubato una sigaretta elettronica dal negozio “Puff” di via Castelvecchio. I controlli sono poi proseguiti ed hanno portato all’identificazione di ben 50 persone, ed al controllo di 15 veicoli e due esercizi commerciali.