Controlli straordinari nell’Est Veronese: un arresto e cinque denunce

Una tentata rapina all'interno di un'automobile, il furto di un Apple Watch e guida in stato di ebbrezza: il weekend dei Carabinieri di San Bonifacio è stato impegnativo.

Carabinieri San Bonifacio (1)

Durante il weekend scorso, i Militari del Comando Compagnia Carabinieri di San Bonifacio, unitamente a personale della S.I.O. del 4 Btg. CC Mestre, sono stati impegnati in un’attività di controllo straordinario del territorio, che ha riguardato non solo San Bonifacio ma anche i Comuni vicini.

Domenica mattina, in Via Cimitero di San Bonifacio, il proprietario di una Audi A6, lasciata in sosta, aperta, nel parcheggio condominiale recintato, si è accorto che uno sconosciuto stava rovistando all’interno dell’abitacolo della sua vettura, così da decidere di intervenire immediatamente per bloccarlo.

LEGGI ANCHE: Autovelox a Verona: ecco dove sono questa settimana

Ne è scaturita una colluttazione, con il ladro che ha anche aggredito il malcapitato nel vano tentativo di guadagnare la fuga; fortunatamente le urla del proprietario hanno attirato l’attenzione di un vicino di casa che ha subito allertato la Centrale Operativa dei Carabinieri di San Bonifacio. L’equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile intervenuto in pochi minuti presso l’abitazione, ha definitivamente bloccato il responsabile, identificato poi in un cittadino marocchino 23enne, senza fissa dimora.

Il giovane, arrestato per tentata rapina e lesioni personali, è stato tradotto presso il Carcere di Verona Montorio in attesa di comparire davanti al Giudice nella giornata di oggi.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Sempre nello stesso contesto operativo, i Militari della Stazione di San Giovanni Ilarione hanno proceduto a denunciare per ricettazione un giovane originario del Marocco, il quale, durante il controllo di polizia, è stato trovato in possesso di un Apple Watch, risultato oggetto di furto e che veniva contestualmente restituito al legittimo proprietario, nonché a deferire in stato di libertà due utenti della strada, un italiano e uno originario del Brasile, per guida sotto l’effetto dell’alcol, in quanto entrambi trovati alla guida con un tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l.

Stessa sorte per un automobilista ucraino, controllato nel Comune di Monteforte d’Alpone, dal Nucleo Operativo e Radiomobile che ha poi denunciato per danneggiamento e ubriachezza, un cittadino originario del Marocco in quanto, in evidente stato di alterazione dovuta all’abuso di sostanze alcoliche, a seguito di un banale diverbio intercorso con un commerciante, aveva lanciato una bottiglia contro la vetrata dell’esercizio commerciale, danneggiandola; un altro suo connazionale, veniva invece denunciato per resistenza, in quanto al fine di opporsi al controllo di polizia, tentava vanamente di colpire con calci e pugni i Militari intervenuti. Per entrambi sono state attivate le procedure finalizzate alla loro espulsione.

LEGGI ANCHE: Vinitaly 2024, a Verona 4mila aziende e oltre 30mila operatori internazionali

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM