Contestatori al Brancaccio: “Grillo si dimetta da garante”

Contestazione ieri sera davanti al Teatro Brancaccio a Roma da parte di alcuni attivisti del M5S contro Beppe Grillo, in città per uno spettacolo. Secondo il gruppo di contestatori, il MoVimento avrebbe tradito gli elettori diventando “portavoce di Salvini”.

Ci avete tradito, Grillo si dimetta da Garante“. Con tanto di cartelli un gruppo di attivisti, che fanno riferimento all’associazione del M5S del 2009, ha attesto Beppe Grillo al teatro Brancaccio, dove il Garante ha tenuto il suo show Insomnia. A guidare la protesta Francesca Benevento, consigliera del Municipio XII di Roma.

“Hanno tradito i nostri valori per le poltrone, sono diventati dei portavoce di Salvini”, spiega Benevento esponendo un cartello con un elenco di dossier dove, a suo parere, il M5S ha voltato faccia ai suoi elettori: dalla Tav al Tap, dalla libertà vaccinale al “no” all’immunità fino al “no” alla lottizzazione della Rai”. “No Casaleggio, No Di Maio dal M5S”, recita un cartello mentre un’altra attivista, su un foglio, esprime il proprio dissenso sul voto online sul caso Diciotti: “Rousseau-Trouffeau”. A pochi metri, davanti all’ingresso, due attivisti questa volta fedeli alla linea di Luigi Di Maio espongono la bandiera del M5S. “Abbiamo salvato il governo dal pericolo che in Italia torni Berlusconi”, spiegano. (Ansa)