Il Circolo Ufficiali della discordia

“Nessuno pensi di spostarlo” mette le mani avanti l’ex sindaco Tosi durante la conferenza stampa di oggi sul tema del trasloco invocato da molti, anche dal consigliere di Verona Civica Tommaso Ferrari: “Il Circolo Ufficiali? Deve andare al Museo di Castelvecchio”.

“Non si capisce perché occorra spostare il Circolo Ufficiali da Castelvecchio, che lì ha una sua storicità. E’ un’idea sbagliata di grillini e Pd, ma appoggiata anche dall’attuale amministrazione, che in una seduta di commissione sull’Arsenale ha espresso tale volontà” continua Flavio Tosi.

“Fa sorridere che proprio Tosi decida di tornare sul tema, strumentalizzando la questione per raggranellare qualche istante di visibilità in più, imbastendo una mera contrapposizione tra città e Circolo. Non si tratta di andare contro i militari, che a Verona hanno storicamente rappresentato una componente viva e importante della società, ma di riappropriarsi di uno spazio prezioso dal punto di vista culturale e turistico. Il Museo di Castelvecchio è il fulcro dei sistema museale cittadino, ed è un sito di primaria importanza, anche a livello internazionale, non soltanto per il valore delle collezioni ma anche grazie all’allestimento progettato da Carlo Scarpa. Una caratteristica che è motivo d’orgoglio per Verona, ma che costituisce anche un limite, perché il progetto di Scarpa è esso stesso un’opera d’arte, il che non consente di modificarne l’assetto per realizzare tutta una serie di servizi e spazi ormai considerati fondamentali per un museo moderno – spiega il consigliere di Verona Civica Tommaso Ferrari – L’utilizzo della porzione del Circolo Ufficiali consentirebbe così al principale museo cittadino di dotarsi di aule per la didattica moderne e funzionali, di una caffetteria con vista sull’Adige, di contesti adeguati per le mostre temporanee e per gli uffici. Insomma, si tratta di trasformare lo spazio in un luogo aperto alla cittadinanza e non solo ai frequentatori attuali. Smettiamo di trattare il Circolo Ufficiali come una zona intoccabile e pensiamo, piuttosto, a soluzioni diverse dove collocarlo. Magari lo stesso Palazzo Carli, poco distante da Castelvecchio, già destinato all’uso militare e dotato di ambienti di rappresentanza all’altezza del Circolo”.

“La scusa è dare maggiori spazi espositivi al museo di Castelvecchio. Ma a parte che Castelvecchio è sempre stato un sito militare, gli spazi espositivi o museali a Verona non mancano, se solo si volesse ce ne sarebbero un’infinità. Oltre al museo di Storia Naturale, che rimane dov’è, diventeranno spazi espositivi Castel San Pietro e una parte dell’Arsenale, poi c’è il Palazzo del Capitanio in fase di recupero e gli immobili che metterà a disposizione la Fondazione Cariverona in centro storico. Dunque certamente non serve spostare il Circolo Ufficiali, che è aperto alla città ed è un gioiello. I soci del Circolo finora hanno raccolto più di 600 firme per rimanere a Castelvecchio, noi come Lista Tosi e Ama Verona li appoggiamo convintamente. come li ho sostenuti da Sindaco allorché fermai l’iniziativa del Consiglio Comunale che proponeva lo spostamento” conclude Flavio Tosi.