Caviale e corallo nascosti in valigia, multati tre passeggeri

Sono stati sequestrati i barattoli di caviale e il corallo rinvenuti all'interno dei bagagli di tre passeggeri arrivati all'aeroporto Catullo di Verona. Per loro è scattata una multa di 5mila euro ciascuno.

Nell’ambito delle attività di contrasto ai traffici illeciti, i funzionari dell’agenzia delle accise, dogane e monopoli, in servizio presso l’aeroporto Valerio Catullo di Verona, hanno scoperto e sequestrato, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza, caviale e corallo, appartenenti agli elenchi ufficiali delle specie protette dalla Convenzione di Washington (C.I.T.E.S.) e sprovvisti della necessaria documentazione per l’importazione, che stavano per essere introdotti nel  territorio dello Stato.  

Il caviale di storione sterleto, rinvenuto in due diverse operazioni, apparteneva a ordini differenti: l’ “Alipenser Ruthenus”, contenuto in 6 vasetti per un peso complessivo di 450 grammi, era occultato nel bagaglio di un passeggero che rientrava dalla Moldavia, mentre l’ “Acipenseriformes SPP”, contenuto in 3 vasetti per un peso complessivo di 250 grammi, è stato rinvenuto tra gli effetti personali di un viaggiatore proveniente dalla Russia. 

Nascosto nelle valigie di un passeggero proveniente da Mosca, invece, è stato rinvenuto un corallo appartenente all’ordine “Scleratinia/Pocillopora SPP”, anch’esso ricompreso tra le specie protette dalla Convention on International Trade in Endangered Species. Ai trasgressori è stata comminata una sanzione di 5.000 euro ciascuno.