Cavalieri della Repubblica: Anna Fiscale oggi al Quirinale da Mattarella

L'imprenditrice veronese Anna Fiscale, nominata l'anno scorso dal Presidente Mattarella Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, ha ricevuto oggi l'onorificenza al Quirinale.

Anna Fiscale Sergio Mattarella
Anna Fiscale con il Presidente Sergio Mattarella

L’imprenditrice veronese Anna Fiscale oggi a Roma per l’onorificenza del Presidente Mattarella

L’onorificenza è ormai vecchia di un anno, ma causa pandemia l’anno scorso non si sono tenute le tradizionali cerimonie al Quirinale. Anna Fiscale a dicembre 2020 era stata nominata dal Presidente Sergio Mattarella “Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”. Ora finalmente la cerimonia nella Capitale.

Questa mattina a Roma il Presidente della Repubblica ha consegnato le onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, per gli anni 2020 e 2021, conferite “motu proprio”, a cittadini distintisi per senso civico e solidarietà, superamento delle barriere, tutela della salute, cooperazione internazionale, atti di eroismo, cultura dell’inclusione, diritti dell’infanzia, imprenditoria etica, legalità e coesione sociale e impegno su temi di rilevanza sociale. La cerimonia, aperta con l’intervento del Capo dello Stato, è stata condotta da Eleonora Daniele.

Anna Fiscale era stata il volto di copertina del numero di febbraio 2020 del mensile Pantheon. «Essere imprenditori? Divertirsi, con serietà» era il titolo dell’intervista, che è possibile rileggere a questo link.

Pochi giorni fa era stata premiata anche dal Gruppo Giovani di Apindustria Confimi Verona, ultimo di una lunga serie di riconoscimenti per il lavoro di Anna Fiscale.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Anna Fiscale Cavalieri Ordine al Merito della Repubblica Quirinale Mattarella
Anna Fiscale al Quirinale

La motivazione dell’onorificenza ad Anna Fiscale

Anna Fiscale, 32 anni (Verona), Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: “Per il suo appassionato contributo e lo spirito di iniziativa con cui ha lavorato sulle vulnerabilità e le differenze per trasformarle in valore aggiunto sociale ed economico”

Dopo diverse esperienze nella cooperazione internazionale, tornata a Verona poco più che ventenne, sviluppa un progetto che, grazie a un piccolo contributo di alcune fondazioni del territorio, la porterà alla creazione, nel 2013, della cooperativa sociale Quid Onlus che presiede. La cooperativa ha un doppio obiettivo: riciclare stoffe in eccesso, provenienti da rimanenze di grandi marchi; dare lavoro a donne svantaggiate e in generale persone con fragilità. Il principio base è trasformare “le vulnerabilità in valore aggiunto”. Grazie ai brand partner che forniscono le eccedenze, dai laboratori escono collezioni di alta qualità e a prezzi democratici.

Impiega circa 100 lavoratori di molte nazionalità (per l’80% donne provenienti da categorie socialmente svantaggiate). Distribuisce le proprie collezioni in un centinaio di negozi multibrand, online e in alcuni negozi Quid. Ha spiegato Ludovico Mantoan, amministratore delegato e cofondatore di Quid: «La sfida della cooperativa è trasformare i limiti di persone nate in luoghi svantaggiati, o reduci da esperienze dolorose, nella nostra più importante risorsa aziendale. L’impresa sociale non è un’esibizione di carità, ma la conferma che anteporre la persona al profitto oggi può generare un valore nuovo. La diversità favorisce la creatività e in ogni prodotto si sente che c’è una storia importante da raccontare». La cooperativa è presente, con laboratori sartoriali, anche nel carcere di Montorio con un programma per i detenuti nel loro reinserimento.

Nel 2014 ha vinto il premio europeo “Innovazione sociale” e nel 2018 il “Best Wwworkers 2018” quale impresa italiana che meglio ha saputo declinare il made in Italy alle nuove tecnologie.

La pandemia Covid19 ha inferto un duro colpo al Progetto Quid che a marzo 2020 ha dovuto chiudere i punti vendita. Collaborando con altre cooperative sparse su tutta la penisola ha riconvertito la produzione e prototipato modelli di mascherina protettiva riutilizzabile in tessuto anti-microbico e anti-goccia: Quid ha creato uno “starter pack” per la produzione dei primi campioni e un tutorial per le istruzioni di imballaggio; le altre cooperative hanno aderito al progetto e si sono attivate per iniziare la produzione e, in sinergia, rispondere alle richieste del mercato. È nata così Co-ver, mascherina protettiva riutilizzabile certificata da filiera interamente Made-in-Italy.

Mattarella alla cerimonia di consegna delle onorificenze OMRI

LEGGI ANCHE: Dove fare i tamponi a Verona e provincia. La tabella aggiornata

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM