Caritas, a Verona Est c’è un nuovo emporio della solidarietà

Si tratta dell’ottavo centro Caritas che fornisce gratuitamente la spesa alle famiglie indigenti. Per usufruire dell’Emporio, ubicato alla parrocchia Beato Carlo Steeb ( Piazza Frugose – Verona),  si deve utilizzare una card con punti assegnati dai centri di ascolto di quattro parrocchie della zona.

Dopo il taglio del nastro di sabato, alla presenza del mons. Giuseppe Zenti, salgono ad otto gli Empori della Solidarietà nella provincia di Verona. Una rete collaudata che, attraverso l’aiuto alimentare e la redistribuzione delle eccedenze, risponde alle necessità delle famiglie più vulnerabili del nostro territorio. Interviene di concerto con gli enti pubblici e del privato sociale per evitare che il disagio sociale diventi cronico. L’Emporio di Verona Est ha segnato la collaborazione tra diversi partner quali : Caritas Diocesana Veronese – Rete Talenti – Parrocchia Beatro Carlo Steeb – Parrocchia di San Michele Extra -Parrocchia di Madonna di Campagna – Parrocchia di Castiglione. «Verona è ricca: spalanchi cuore e taccuini e doni a chi non ha niente» ha detto il Vescovo Zenti che ha chiarito come, nei prossimi anni, dovranno diventare 48 questi perché ogni unità Pastorale dovrà averne uno per aiutare in modo concreto le tante famiglie che hanno bisogno.

Quello di Verona Est è un minimarket per la distribuzione di alimentari e casalinghi che, in questo caso, sarà gestito dalla parrocchia Beato Carlo Steeb a cui potranno accedere le persone bisognose residente nella zona Est della città. Ciò che si trova sugli scaffali ci è arrivato grazie al Banco alimentare, dalla Caritas diocesana, dalla Rete Talenti di cui fanno parte, la San Vincenzo, Ronda della Carità, l’Acli Provinciale, Aiuto Vita e Croce Rossa.