Cantieri in ritardo, Polato: «Una presa in giro per cittadini e operatori»

Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Daniele Polato ha fatto il punto sui lavori nel cantiere di via Città di Nimes insieme ad altri esponenti di Fratelli d’Italia. «Il sindaco è mai venuto con l’assessore Ferrari a controllare lo stato dei lavori?», ha affermato.

Polato cantiere città di nimes
Esponenti di Fratelli d'Italia nel cantiere di Città di Nimes
New call-to-action

«I lavori in Città di Nimes sono stati programmati in anticipo dall’Amministrazione comunale proprio per consentire l’apertura del sottopasso in occasione di Vinitaly 2024. Da un mese l’Amministrazione ha annunciato costantemente l’apertura anticipata, cosa che non sarebbe mai potuta avvenire perché i lavori sono ancora troppo indietro. Si tratta di una presa in giro per i cittadini e per i tanti operatori che saranno a Verona per una tra le più importanti vetrine internazionali della nostra città».  

LEGGI ANCHE: Ritardo nel cantiere di via Città di Nimes: i motivi tecnici

Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Daniele Polato ha dato appuntamento ieri mattina alla stampa nel cantiere di Città di Nimes per fare il punto sui lavori insieme ai parlamentari e consiglieri di Fratelli d’Italia Matteo Gelmetti, Ciro Maschio, Marco Padovani, Maddalena Morgante, Maria Fiore Adami, Leonardo Ferrari, Massimo Mariotti, Raimondo Dilara presidente della V circoscrizione e Alberto Padovani presidente della IV e Federico Sboarina.

«Va bene che il Sindaco Tommasi abita fuori città, ma è mai venuto con l’assessore Ferrari a controllare lo stato dei lavori? Se così fosse, non avrebbero mai annunciato l’apertura del sottopasso in questi giorni», conclude Polato.

Guarda l’intervista