Camper democratico a San Bonifacio: «Questa campagna è ancora apertissima»

È ottimista la candidata del Pd al Senato Alessandra Salardi, che insieme ai colleghi ha partecipato all'appuntamento di San Bonifacio del camper democratico.

Camper democratico San Bonifacio
Camper democratico a San Bonifacio

Calorosa l’accoglienza riservata da San Bonifacio al camper democratico in tour attraverso la provincia scaligera. I candidati Pd sono arrivati in Piazza della Costituzione attorno alle 11.30 del mattino intrattenendosi a lungo con cittadini e simpatizzanti.

Per Alessia Rotta, capolista Pd al plurinominale per la Camera dei Deputati, «Questo successo è esattamente quanto intendevamo esprimere attraverso il concetto di prossimità: i candidati che il Pd Verona ha scelto, a partire dalle candidate nei collegi uninominali Federica Foglia, consigliera a Valeggio, e Anna Maria Sterchele assessora a San Bonifacio, sono candidati del territorio per il territorio, dotati di una propria storia politica e personale che garantisce per loro; persone che c’erano ieri, ci sono oggi e ci saranno anche domani, al contrario di altre candidature come quella di Carlo Calenda, al quale continuiamo a tributare la stessa stima e la stessa simpatia di quando lo avevamo accolto come capilista Pd, ma che purtroppo non si è più fatto vedere».

LEGGI ANCHE: Calenda a Verona: «La politica si divide su Peppa Pig? Ci meritiamo un meteorite»

Per Diego Zardini, candidato al plurinominale della Camera, «La scelta di girare la provincia in camper per fare una campagna elettorale a contatto con la gente ha avuto anche l’effetto di galvanizzare i circoli e destare l’entusiasmo dei simpatizzanti che oggi a San Bonifacio sono arrivati da tutto l’Est veronese. Segni che sinceramente non troviamo o troviamo molto meno nei partiti che vengono dati per favoriti. Il confronto di oggi con il vicino gazebo leghista è la plastica rappresentazione di un Pd che può doppiare la Lega nei sondaggi e nelle piazze».

Anna Maria Sterchele, assessore al Sociale del capoluogo dell’Est Veronese e candidata al collegio uninominale del Senato: «Questo del confronto diretto con i cittadini è da sempre il nostro metodo, ed è il metodo che vogliamo portare anche a Roma. Ma dopo le domande bisogna saper dare delle risposte ai cittadini, e ciò purtroppo in Veneto non sta avvenendo su temi importanti come la sanità. Questo forse spiega una certa freddezza dei cittadini verso i candidati leghisti».

E’ ottimista Alessandra Salardi candidata al plurinominale per il Senato: «Ce l’abbiamo fatta a giugno a Verona, ce la possiamo fare anche il prossimo 25 Settembre alle Politiche, i giochi non sono chiusi, questa campagna elettorale è ancora apertissima».

LEGGI ANCHE: Incidente sul lavoro a Marano, operaio ferito alla testa

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM