Bologna, detenuto aggredisce agenti e comandante

Un detenuto ha aggredito tre agenti e il comandante di reparto in servizio al carcere della Dozza di Bologna. L’episodio è segnalato dai sindacati Uil Pa Polizia Penitenziaria e Sinappe.

«Sembra esserci una inarrestabile escalation di aggressioni ai danni degli agenti – ha spiegato il segretario regionale di Uil Pa Polizia Penitenziaria Domenico Maldarizzi – In questo caso tutto è nato dal rifiuto del detenuto, originario del Camerun e da poco portato in carcere, di sottoporsi alle procedure di immatricolazione e alla visita di primo accesso. È intervenuto anche Roberto Di Caterino, comandante di reparto, per convincerlo, ma l’uomo improvvisamente ha iniziato a sferrare calci e pugni verso di lui e altri tre agenti».

Oltre a esprimere solidarietà al personale della Polizia penitenziaria, Maldarizzi ha chiesto l’intervento al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede «per introdurre un nuovo reato, o un’aggravante, per chi è detenuto e commette violenze nei confronti degli operatori di sicurezza». (Ansa)