Bilancio Amia, Bertucco: «Da 15 anni gli stessi risultati pari a zero»

Il consigliere comunale Michele Bertucco attacca Amia e gli amministratori veronesi: «Da 15 anni le stesse facce e gli stessi risultati pari a zero».

Michele Bertucco
Michele Bertucco

Dopo la presentazione del bilancio di Amia, interviene il consigliere comunale Michele Bertucco, candidato per In Comune per Verona, Sinistra civica ecologista.

«Tutti i presunti risultati sulla gestione dei rifiuti sbandierati dal Sindaco, dal presidente Agsm Stefano Casali e dal presidente Amia Bruno Tacchella vengono spazzati da un numero: 50% è infatti la percentuale di raccolta differenziata che hanno ereditato da Tosi e che non hanno saputo incrementare. Ora ci dicono che col nuovo piano di acquisizione di Amia da parte del Comune tutto cambierà in meglio: perché allora non l’hanno fatto prima?» dice il consigliere Bertucco.

LEGGI ANCHE: Damiano Tommasi, la partita perfetta

«E poi questa distinzione tra Sboarina e Tosi rasenta il ridicolo: per quindici anni dal 2007 a Verona hanno governato sempre le stesse facce: Sboarina è stato con Tosi per cinque anni dal 2007 al 2012, quando è stato cacciato; la Lega per 8 anni, fino al 2015, quando Tosi è stato cacciato da Salvini; e Verona Domani per 10 anni meno qualche mese, quando cioè fiutando il vento contrario lasciò di fatto la maggioranza a pochi mesi dalle elezioni del 2017».

«L’ex presidente Amia Miglioranzi, sul quale ora tutto il centrodestra si accanisce, era stato scelto anche da Lega e Verona Domani» afferma Bertucco. «Insieme hanno combinato guai per 15 anni e ora contano di rimediare con un piano che scarica su Amia e sulle future amministrazioni comunali tutti i costi degli investimenti necessari a portare la differenziata al 65%, senza contare la maxi rata finale nel 2032».

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE E LE INTERVISTE
SULLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE A VERONA
DI GIUGNO 2022

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?👉 È GRATUITO!👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv