Bando regionale per la sicurezza stradale. A Verona più di un milione

La Giunta Regionale ha approvato il bando che assegna quasi otto milioni per interventi di messa in sicurezza delle strade. A Verona stanziato più di un milione per i comuni di Caprino Veronese, Cavaion Veronese, Isola Rizza, Sanguinetto e Costermano del Garda.

La Giunta Regionale ha approvato la graduatoria del bando 2020 per il finanziamento di interventi a favore della mobilità e della sicurezza stradale, in applicazione della L.R. 39/1991.

A seguito del bando pubblicato nel febbraio scorso e riaperto ad aprile in conseguenza dell’emergenza da Covid-19, dopo aver esaminato le domande ritenute ammissibili, la Regione ne ha finanziate 33 di altrettante amministrazioni comunali, contribuendo con complessivi sette milioni e 895mila euro alla realizzazione di opere per le quali sono stati in totale investiti oltre 17 milioni e 119mila euro

Per il territorio veronese sono stati stanziati un milione e 223mila euro per la realizzazione di progetti in cinque comuni. I lavori riguardano Caprino Veronese, con la realizzazione della rotatoria all’intersezione tra le vie Stazione e Ceredello di Sotto con la S.P. n. 8 del Baldo; Cavaion Veronese con un percorso ciclabile lungo la SP 31 nel tratto Cavaion-Malvasino; Isola Rizza con dei lavori di messa in sicurezza di porzione di strada provinciale destinata a percorso ciclopedonale e contestualmente all’estensione dello stesso fino all’intersezione con Via Casalandri; Sanguinetto, con lavori di realizzazione pista ciclabile per garantire l’accesso in sicurezza al centro urbano del paese e, infine, Costermano del Garda, con la ristrutturazione dell’intersezione tra via 24 Maggio e via Vittorio Veneto compresa la riqualificazione dei rami convergenti e costruzione di un percorso ciclopedonale.

«Una consistente quantità di risorse – spiega l’assessore regionale ai lavori pubblici, trasporti e infrastrutture Elisa De Berti – destinate a quello che è da sempre uno degli obiettivi prioritari della Regione del Veneto, vale a dire la sicurezza stradale e la riduzione del rischio di incidentalità della nostra rete viaria. Con il bando 2020 abbiamo assegnato dal 2016 agli Enti locali contributi per circa 40 milioni di euro, che hanno generato investimenti per 86 milioni di euro in tutto il territorio Veneto».

«Il formale impegno della spesa nel bilancio regionale – conclude l’assessorepotrà avvenire a partire dal mese di ottobre, previa indicazione del cronoprogramma di esigibilità da parte dell’Ente beneficiario. I Comuni potranno quindi procedere con l’approvazione del progetto esecutivo, l’appalto e la realizzazione dei lavori tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021, dando soluzione in modo mirato a situazioni di riconosciuta criticità, dando priorità agli interventi nelle situazioni che presentano maggiore sinistrosità, mettendo in sicurezza intersezioni stradali, realizzando rotatorie e soprattutto creando e potenziando percorsi ciclabili e pedonali protetti».