Ballottaggio elezioni comunali, i risultati veronesi

I ballottaggi sono conclusi e i sindaci sono pronti a prendere in mano i tre comuni scaligeri che erano rimasti in sospeso dal 26 maggio scorso. A Negrar e San Bonifacio hanno vinto i sindaci uscenti, Grison e Provoli. A Pescantina è stato eletto Davide Quarella.

I tre comuni veronesi che ieri sono andati al ballottaggio per le elezioni comunali hanno scelto il loro primo cittadino. Con uno scarto di soli 74 punti, a Negrar è stato confermato sindaco l’uscente Roberto Grison (50,4 per cento), che è riuscito a sorpassare quanto bastava il leghista Marco Andreoli (49.5 per cento). Anche San Bonifacio riconferma il primo cittadino uscente, Giampaolo Provoli (60,4 per cento), contro Emanuele Ferrarese (39, 5 per cento). A Pescantina, invece, Davide Quarella (centrodestra), si è imposto con il 63,3 per cento dei voti su Luigi Cadura (centrosinistra).

Le urne si sono chiuse alle 23 segnando un’affluenza in calo in tutta Italia rispetto alla prima tornata del 26 maggio. Meno votanti anche nei tre comuni: l’affluenza a Negrar è stata del 58,32 per cento, contro il 71,56 del primo turno; a Pescantina del 54,97 per cento (contro il 72,07 per cento al primo turno);  a San Bonifacio ha votato il 53,91 per cento della popolazione (nel primo turno era arrivata al 68,53 per cento).