Avesa, l’ex Polveriera di Monte Arzan rivive grazie ai volontari

L’ex Polveriera di Monte Arzan, ad Avesa, torna a "vivere" grazie al patto di sussidiarietà firmato stamattina: presto gli Alpini di Avesa, il gruppo Scout Verona 10, l’associazione Angeli del Bello e Swan Team Verona Soft Air si metteranno al lavoro per bonificare, recuperare e valorizzare lo storico poligono di tiro militare.

Per i prossimi tre anni puliranno l’area e sfalceranno l’erba, cureranno il bosco, recupereranno gli immobili, come il corpo di guardia e i manufatti presenti. Il tutto permetterà alla cittadinanza di fruire degli spazi pubblici e di partecipare alle iniziative che verranno organizzate. I volontari, infatti, si sono resi disponibili a ideare eventi storico-culturali legati al territorio, alla Polveriera e all’ambiente circostante, da programmare non appena sarà possibile.

Questa mattina, sulle colline di Avesa, è stata organizzata una piccola cerimonia per il passaggio delle consegne. A firmare il patto di sussidiarietà l’assessore al Decentramento Marco Padovani. Era presente anche la presidente della seconda Circoscrizione Elisa Dalle Pezze, oltre ai rappresentanti dei gruppi di volontariato.

«Questa è la vera cittadinanza attiva – ha detto Padovani -. I veronesi, grazie ai patti di sussidiarietà, possono prendersi cura dei beni pubblici, proponendo piccoli e medi interventi. Un supporto al lavoro dell’Amministrazione comunale che rende possibile la riqualificazione di angoli meravigliosi della nostra città, ricca di siti storici così come di pregio ambientale. Tra i lavori che verranno realizzati, infatti, anche la bonifica di tutta l’area circostante. Tra qualche mese i cittadini potranno godere di questo luogo, al quale Avesa è particolarmente affezionata».