Come si trasforma una città

Si parlerà di metamorfosi e rigenerazione a “Open. Ingegneri aperti alla città”, la rassegna culturale promossa e voluta dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Verona: da settembre a novembre convegni, mostre, eventi per raccontare una città e le trasformazioni che subisce.

Saranno la città e i mille modi in cui si trasforma i protagonisti di “Open. Ingegneri aperti alla città”, quest’anno dedicata al tema “Scenari urbani. Metamorfosi e rigenerazione”. La rassegna, ideata e promossa dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Verona, prevede un ricco programma culturale in città: da settembre a novembre, sono cinque gli appuntamenti in calendario.

Si comincia il 24 settembre con il convegno “Noi, robotIl progetto WALKMAN: robot umanoidi e ambiente, il futuro della robotica di servizio”, ospitato nella sede di via Santa Teresa 12, dalle ore 10. Il futuro è già a portata di mano, come spiegheranno gli interventi di un giovane ricercatore dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova (IIT) e del prof. Paolo Fiorini, docente di Robotica al Dipartimento di Informatica dell’ateneo veronese. Si parlerà infatti di robotica di servizio, pensata  per il benessere degli uomini in ambito lavorativo e domestico.

La città sarà invece protagonista del seminario “Problemi di conservazione, rigenerazione, integrazione e tutela dei centri storici del Veneto – Verona e Provincia”, all’Università di Verona il 1 ottobre dalle ore 10: promosso in collaborazione con il Centro Regionale Studi Urbanistici del Veneto, l’incontro propone un focus su alcuni dei principali nuclei urbani provinciali e cittadini e una visita guidata ai luoghi dell’urbanistica e dell’architettura storica della città.

E torna, a grande richiesta, “Talks Slidingdoors”: l’appuntamento è giovedì 27 ottobre alle ore 18, al Teatro Ristori. “Generazioni” è il tema scelto per questa edizione del roadshow di animazione culturale e contaminazione, promosso in collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e il concorso di idee innovative Scintille per far dialogare ingegneria e società.

A chiudere la rassegna sarà, il 12 novembre, l’inaugurazione della mostra, curata dall’Ordine degli Ingegneri e degli Architetti di Verona, “L’Adige e Verona – Ingegneria e città nell’Ottocento” che rappresenta, al contempo, il cuore e il punto di arrivo della riflessione sulla città. L’esposizione si aprirà con il convegno “I muraglioni dell’Adige: storia e trasformazioni urbane” dove si andranno a ricostruire le tappe dei lavori che costituiscono la cornice entro cui si sviluppa la Verona del XX secolo. A corollario della mostra sarà l’incontro “Industria ed energia: il fiume come risorsa”, il 26 novembre alle ore 10 in via Santa Teresa 12.