Provincia, il 31 marzo l’elezione del nuovo Consiglio

provincia consiglio provinciale

Il presidente della Provincia di Verona Manuel Scalzotto ha firmato oggi il decreto di indizione delle elezioni del nuovo Consiglio provinciale. Le operazioni di voto si svolgeranno a Palazzo Capuleti, in via delle Franceschine a Verona, domenica 31 marzo, dalle 8 alle 20, e potranno essere eletti Consiglieri e Sindaci in carica nei 98 Comuni scaligeri.

Le liste elettorali dovranno essere composte da un numero di candidati compreso tra 8 e 16 e sottoscritte da almeno il 5% degli aventi diritto al voto. La presentazione delle stesse, presso Palazzo Capuleti, è fissata per domenica 10 marzo dalle 8 alle 20 e per lunedì 11 marzo, dalle 8 alle 12. Per la prima volta, nelle liste nessuno dei due sessi potrà essere rappresentato in misura maggiore al 60% dei candidati.

Ciascun Sindaco o Consigliere avente diritto al voto potrà segnare, sulla scheda elettorale, il simbolo della lista scelta ed eventualmente, per la stessa lista, assegnare la preferenza a un singolo candidato/candidata scrivendone il cognome (anche il nome in caso di presenza di più candidati con lo stesso cognome).

Come nelle recenti elezioni del presidente, il voto sarà ponderato, ovvero il voto e l’eventuale preferenza espressi da ciascun singolo Consigliere o Sindaco avranno un peso differente in relazione al numero di abitanti del Comune in cui si amministra. Le fasce, per la Provincia di Verona, sono sei: Comuni con meno di 3mila abitanti, da 3mila a 5mila, da 5mila a 10mila, da 10mila a 30mila, da 30mila a 100mila (solo Villafranca) e da 250mila a 500mila (Verona).

Il Consiglio provinciale rimarrà in carica due anni.