Ospedale di Villafranca, inizia il trasloco

Partiranno domani le operazioni di trasferimento delle unità operative. Durante la delicata transizione il pronto soccorso di Bussolengo funzionerà come sempre mentre quello di Villafranca aprirà il 6 luglio. Contestualmente, sarà chiuso il pronto soccorso di Isola della Scala.

Iniziano gli aspetti più concreti della rivoluzione del polo ospedaliero dell’Ovest veronese. “Due settimane di disagio inevitabile”, ha chiarito il direttore generale dell’Ulss 9 Pietro Girardi. Un processo di certo complesso quello del trasloco incrociato dei reparti ospedalieri dall’Orlandi di Bussolengo al Magalini di Villafranca e viceversa. Si comincia domani con previsione di terminare il 6 luglio. Le operazioni di trasferimento delle unità operative sono previste della deliberazione della giunta regionale 323 del 21 marzo scorso. A fare da apripista sarà l’unità operativa di oncologia che domani sarà spostata da Bussolengo a Villafranca. Poi, dal 2 luglio anche cardiologia, geriatria e via così fino al 6  quando sarà operativo il nuovo pronto soccorso al Magalini. Una transizione delicata che sarà accompagnata dal potenziamento del servizio di ambulanze in modo da garantire sia i trasferimenti tra le varie strutture sanitarie che l’assistenza sul territorio. Intanto il pronto soccorso di Bussolengo sarà normalmente in funzione. Mentre quello di Villafranca aprirà il 6 luglio e sancirà la disattivazione del pronto soccorso di Isola della Scala. Il trasloco dei reparti coinvolgerà prima la parte medica e per ultimo la parte chirurgica: dovrebbe richiedere in tutto più o meno una decina di giorni. Per evitare confusioni, sul sito dell’Ulss 9 è stato pubblicato il calendario preciso dei trasferimenti in costante aggiornamento. Il supporto di strutture come Negrar e Peschiera non mancherà:  il 118 si muoverà in questi giorni con protocolli studiati appositamente.

 

Guarda il video: