Da oggi online il nuovo sito del Comune di Verona. Mobile first e accessibilità le parole d’ordine

Più accessibile, funzionale e responsive. A 12 anni dall’ultima modifica, da oggi il sito internet del Comune di Verona sarà online in una versione grafica totalmente rinnovata. La struttura del nuovo sito è stata presentata questa mattina dall’assessore all’Informatica insieme al dirigente del settore Informatica del Comune Federico Brenzoni. Presente anche l’assessore alla Sicurezza e alle Partecipate Daniele Polato.

La prima novità per i cittadini è nella facilità di utilizzo tramite smartphone, un’utenza che rappresenta il 50% delle 9 milioni 500 mila visualizzazioni totali nel 2018, cresciute di +2% rispetto al 2017. Il nuovo sito si adatta perfettamente, sia nelle immagini che nei contenuti testuali, a qualsiasi tipo di schermo, secondo il concetto di “mobile first” dell’Agid. In questo modo non si condiziona in alcun modo la comprensione delle informazioni trasmesse.

L’ammodernamento del layout del sito ha un costo per l’hardware di 40 mila euro – invariato l’impianto dei database di partenza – e riguarderà, in una seconda fase, anche il rifacimento dei siti delle otto Circoscrizioni e della Polizia municipale.

I contenuti e le pagine maggiormente utilizzati dall’utenza, come pagamenti online, informazioni turistiche, eventi in città e principali cambiamenti della viabilità e traffico, sono da oggi facilmente raggiungibili attraverso le quattro sezioni “Vivere” “Muoversi” ”Visitare”e “Webcam”, immediatamente visibili sulla home page del Comune.

«Si tratta di una giornata storica per il Comune – sottolinea l’assessore Brenzoni –, che dopo 12 anni di attesa ha finalmente la possibilità di veicolare le proprie informazioni e servizi alla cittadinanza attraverso un sito moderno. Il Comune è la casa di vetro di tutti i veronesi che da oggi possono interagirne con noi in tempo reale e dal proprio telefono. Da rilevare che nel 2018 sono state effettuate online quasi 25 mila pagamenti dei diversi servizi comunali e scaricati quasi 157 mila modelli F24 precompilati. Un trend di utilizzo in crescita che ben evidenzia la necessità, in particolare per i Comune, di migliorare sempre i propri sistemi tecnologici e i servizi offerti alla collettività, restando sempre perfettamente in linea con le principali indicazioni di legge in termini di accessibilità e usabilità da parte dell’utenza. Il Comune di Verona è oggi capofila in molti progetti che, come Giano 1 e 2, sono oggi di esempio per tante municipalizzate italiane»