“Meteo Caprino Veronese” ospite de I RUINI

Venerdì 19 ottobre, alle 20.45, l’associazione culturale I RUINI porterà nella Nuova Sala Civica di Villa Maffei a Mezzane di Sotto, Nicola Bortoletto, amministratore e anima della pagina Facebook “Meteo Caprino Veronese”, che ha da poco raggiunto i 50mila follower. La serata, dal titolo estremamente nostrano (“Se pioe a l’asensa no se perde la somensa”), sarà l’inizio di una riflessione sul tema della tutela del territorio.

L’idea gli è venuta nel maggio del 2011 dopo aver passato un mese nel reparto di Neurologia dell’ospedale di Peschiera del Garda perchè “quando stai più di un mese in un letto di ospedale senza poter fare niente, a volte ti vengono anche delle idee”. Così Nicola Bortoletto, anima della pagina Facebook Meteo Caprino Veronese, ha spiegato, in un video per ringraziare i 50mila follower, la genesi della sua creazione.

E proprio per festeggiare questo importante traguardo Nicola sarà presente a Mezzane di Sotto, venerdì 19 ottobre, alle ore 20.45 presso la Nuova Sala Civica di Villa Maffei, ospite dell’associazione culturale I RUINI.

Se catemo a parlar del tempo” come si legge nella locandina, in un modo che mescola da un lato le conoscenze trasmesse da secoli di tradizione e condensati nei proverbi (come quello che dà il titolo alla serata, “Se pioe a l’asensa no se perde la somensa“), in cui l’uso della parlata locale è d’obbligo, come sanno tutti coloro che seguono la pagina di Meteo Caprino.  Dall’altro la questione viene affrontata anche con rigore e precisione, che nascono dalla passione personale di Nicola Bortoletto. Nei sui interventi si cerca di ridimensionare il facile allarmismo ad effetto su fenomeni legati alla stagioni, che hanno spesso un rilevante riscontro mediatico; tuttavia proprio perchè si opera in un ambito di previsione non sempre questa si realizza nel modo previsto, per effetto di improvvisi cambiamenti nell’atmosfera.

E così sara interessante capire cosa è avvenuto, ad esempio, nei nostri cieli lo scorso 1 settembre, quando una abbondante precipitazione ha colpito l’area pedemontana della provincia, provocando danni ad abitazioni ed attività anche nel nostro Comune.

Con questo primo incontro inizia una riflessione sul tema della tutela del territorio, rispetto al quale l’associazione culturale I RUINI dedicherà altri interventi nella prossima primavera.