Franz è il 489° Papà del Gnoco. Vittoria dedicata al piccolo Elia

È Francesco Gambale, al secolo Franz, il 489° sire del Carnevale veronese. È stato il presidente del Bacanàl Valerio Corradi, questa sera attorno alle 18, a chiamare nella sala del Senato i due candidati con i loro rispettivi sostenitori per comunicare l’esito dello scrutinio iniziato alle ore 14.

Lo spoglio delle schede ha decretato ufficialmente la vittoria del candidato numero 2 con quasi novecento voti di scarto nei confronti del candidato numero 1, Sebastiano Ridolfi, detto Fox. Stupenda l’immagine delle mani di entrambi, strette e alzate al cielo pochi istanti dopo il verdetto. Un segno di distensione e di amicizia nonostante settimane frenetiche per una campagna elettorale spigolosa che, in ogni caso, rimarrà nella storia. Più di settemila i votanti e già questo è un record come ha confermato lo stesso Corradi.

La stima reciproca tra Fox e Franz emerge anche dalle parole del neo Papà del Gnoco, stanco, ma emozionatissimo per una vittoria che sognava da tutta la vita e che dedica ai bambini, in particolare al piccolo Elia Rizzotti, il “guerriero” di 11 anni scomparso lunedì scorso a causa di un virus che l’ha colpito al cuore.

Amareggiato ma sereno Fox, l’avversario, che ha accettato sportivamente la sconfitta, a testa alta.

Alla fine della cerimonia tutti i presenti hanno intonato l’inno del Carnevale veronese, un carnevale che oggi più che mai ha dimostrato di essere di tutti.