Flat tax, Salvini: «Coinvolgere anche famiglie e dipendenti», Tajani: «Solo propaganda»

tav salvini caso open arms
Matteo Salvini (Foto Archivio)

«La Flat tax? Siamo assolutamente tranquilli. Sono sicuro che troveremo una sintesi». Così il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini a margine dell’inaugurazione del Salone del Mobile di Milano. «C’è già una tassa ridotta quest’anno per le partite Iva, artigiani e commercianti — ha aggiunto — vogliamo ridurle anche per le famiglie e i lavoratori dipendenti». «L’obiettivo – ha aggiunto – è di coinvolgere in questo percorso di vantaggio famiglie e lavoratori dipendenti»

Nella stessa circostanza arriva puntuale la replica del presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani: «La Flat tax o si fa non si fa. La mini flat tax non esiste, se si vuole dare una spinta all’economia bisogna ridurre drasticamente la pressione fiscale. Altrimenti diventa solamente propaganda elettorale». Per Tajani serve «un cambiamento sostanziale della politica economica per permettere di combattere la disoccupazione. Con il centrodestra questo provvedimento può essere portato a termine: È nel programma con il quale ci siamo presentati agli elettori: comincia dal 23%, per poi calare. Si tratta – ha concluso il presidente – di una misura indispensabile, perché abbattere la pressione fiscale significa aumentare i consumi e mettere i cittadini nella condizione di pagare sempre e comunque le tasse. Rappresenta così un colpo mortale alla elusione a all’evasione fiscale»