Elezioni europee, i risultati dei candidati veronesi

Soddisfazione per i candidati veronesi al voto delle europee, ora attesi alle forche caudine della nomina ai seggi per i rispettivi schieramenti.  Paolo Borchia (Lega) è il candidato con più preferenze, che ha raccolto 37.342 voti nella Circoscrizione Nordest – di cui 32.994 nel Veneto, distaccando il candidato del M5s Marco Zullo (15.960 voti nella circoscrizione Nordest, 7.295 dei quali ricevuti in Veneto).

Fratelli D’Italia nell’ordine vede le conferme di Maria Cristina Sandrin (5.945 voti nel Nordest, dei quali 4.785 in Veneto) e Massimo Mariotti (4.689 voti in circoscrizione, 4.257 in Veneto). Dal versante dem, la candidata Maria Chiara Zandonella Fracchiel (La Sinistra) ha ricevuto 457 voti in circoscrizione e 393 preferenze regionali..

Per Forza Italia Anna Leso ha ottenuto 3.669 voti in circoscrizione e 3.518 nel Veneto. Massimo Mao Valpiana ( Europa Verde) ha raggiunto un buon risultato personale con 2.421 e 1.675 voti rispettivamente.

Sul versante “far-right” Roberto Bussinello (CasaPound Italia – Destre Unite) capitalizza 465 voti in circoscrizione (dei quali 440 sul territorio regionale) , mentre il “collega” Luca Castellini (Forza Nuova) ha ricevuto rispettivamente 305 e 252 voti.

Ottimo risultato per il senatore brindisino Paolo De Castro (Pd) che ha raccolto 52.087 voti (in Veneto 14.627), Irene Pivetti (candidata per Forza Italia nella sola circoscrizione Nordest) ha ottenuto 9.101 voti nella circoscrizione , 4.210 dei quali in Veneto. Marco De Andreis (+Europa) ha ricevuto 241 voti in Veneto, 496 totali, mentre il collega di coalizione scaligero Giorgio Pasetto vanta 1.681 voti in circoscrizione e 1.409 dagli elettori veneti.