Cos’ha detto ieri Matteo Renzi alla Fucina Machiavelli

L’ex Presidente del Consiglio ieri ha presentato in città il suo ultimo libro. Dal palco della Fucina Machiavelli non sono mancate le frecciate al governo giallo-verde per segnare “un’altra strada (che è anche il titolo del suo libro) rispetto all’incompetenza di Salvini e alla cialtroneria di Di Maio”.

Ha detto che non sta presentando nessuna candidatura il senatore del Pd, ma il sottotitolo del suo Un’altra strada (Marsilio) “Idee per l’Italia di domani” qualcosa suggerisce anche in termini di velato manifesto politico. Ribadisce più volte all’affollata platea del teatro che non è qui per fare campagna elettorale anche se non risparmia stilettate al reddito di cittadinanza “finanziato con le tasse dei veneti”, e con il placet della Lega.

 

Da solo sul palco di via Madonna del Terraglio, con tutte le voci dem scaligere ad ascoltarlo, Renzi ha ribadito le falle nella gestione dei migranti salviniana, “alimenta la paura per un vantaggio elettorale”. L’ex premier si è concesso anche uscite ironiche sull’attaccamento ai social del Ministro dell’Interno : “Salvini? Si crede un influencer ma è una Chiara Ferragni mancata”.