Bacanàl, in migliaia in Piazza San Zeno. Verso sera il vincitore

Secondo il presidente del Bacanàl Valerio Corradi, le persone accorse stamattina in Piazza a San Zeno per votare il 489esimo Papà del Gnoco sarebbero state otto o nove mila, di sicuro un numero superiore al record storico per una votazione del sire veronese che fino ad ora si è fermato a quota settemila votanti.

La cifra esatta la conosceremo soltanto nel tardo pomeriggio di oggi quando saranno spogliate le ultime schede elettorali. Una cosa certa, la sfida tra Sebastiano Ridolfi, detto Fox, candidato numero 1, e Francesco Gambale, al secolo Franz, candidato numero due, ha acceso la passione di migliaia di cittadini che, a differenza delle precedenti edizioni, sono venuti per la prima volta a votare, anche dalla lontana provincia e dalle altre città venete, emiliane e lombarde.

Fox ha scelto di presentarsi fuori dal seggio con il travestimento che l’ha reso celebre lo scorso anno e che l’aveva visto protagonista nella figura del presidente americano Donald Trump. Assieme a lui tutta la famiglia del presidente che a colpi di megafono ha tentato di convincere gli ultimi indecisi a votare uno.

Dall’altra parte Franz, in una tenuta più sobria, a salutare e ad abbracciare amici e conoscenti che in queste settimane gli hanno offerto sostegno e gratitudine per l’impegno dimostrato in tanti anni di Carnevale.

In piazza giovani e meno giovani che hanno vissuto una mattinata di musica e di festa, risparmiata dalla pioggia che ha iniziato a scendere copiosa soltanto dopo le 14. Qualche tensione verso le 13 quando nonostante la fila per il voto fosse ancora lunga, il Comitato del Bacanàl ha deciso, come da regolamento, di chiudere le porte.

Ora non resta che aspettare qualche ora per vedere chi, tra Fox e Franz, sarà il nuovo sire di Verona.